Motocross Trasimeno. Nel confronto con i toscani, svettano i piloti umbri Crossodromo Internazionale “Vinicio Rosadi” di Gioiella

(comunicato stampa) Ottimo risultato, anche sotto il profilo promozionale, per la gara di Gioiella  Nel motocross, confronto impegnativo con i toscani ma arrivano anche i successi. Gli umbri svettano nella cat. Challenge con Torroni (MX2) e Bittarelli (MX1)

Che il confronto con i colleghi toscani potesse essere arduo era nelle previsioni. E forse è stata proprio l’atmosfera da “sconfitta annunciata” a regalare ai giovani piloti umbri, impegnati a Gioiella nel campionato regionale di motocross, quella dose di grinta ed energia in più che ha messo in discussione più di un risultato ed ha proiettato gli specialisti di casa verso le zone alte delle classifiche.

Bilancio dunque positivo, anzitutto sotto il profilo sportivo, per la manifestazione organizzata dal Moto Club Trasimeno che ha richiamato più di 170 piloti e che ha regalato il primo vero week end estivo della stagione crossistica, con un caldo improvviso che ha messo un po’ in crisi la tenuta dei concorrenti fisicamente meno a posto. Anche sotto il profilo della promozione del territorio, la manifestazione ha raggiunto il suo obiettivo, richiamando pubblico e visitatori che hanno potuto apprezzare l’accoglienza del comprensorio lacustre.

Nel minicross i vincitori assoluti di giornata sono tutti toscani: nei Debuttanti Andrea Uccellini (Husqvarna), nei Cadetti Samuele Mecchi (Husqvarna), nei Junior Brando Rispoli (Husqvarna), nei Senior Samuele Chiantini (KTM) e nella 125 Junior – Under 17 Riccardo Bindi (KTM). Targati Toscana anche i successi di Andrea Gino Laurenzi (KTM) nella 125 Senior, di Simone Lorenzoni (Honda) nella categoria Veteran, riservata ai piloti Over 40, e di Patrick Mezzedimi (Suzuki) nella Epoca, per moto prodotte fino al 1989.

Le maggiori soddisfazioni per gli umbri sono giunte dalla categoria Challenge, che raggruppa gli “amatori” puri. La vittoria assoluta è andata infatti al trentottenne di Castiglione del Lago Luca Bittarelli (KTM) che, al secondo posto in gara 1, ha fatto seguire un brillantissimo successo in Gara 2 che gli ha aperto la strada verso il gradino più altro del podio. Nella stessa categoria, ma nel raggruppamento riservati agli Under 35 classe MX2, si è imposto il ventiduenne di Paciano, portacolori del Moto Club Trasimeno, Samuele Torroni, “figlio d’arte” (il padre ha corso dall’88 al 2003, sempre per il Trasimeno).

Altre positive per i piloti umbri provengono dalla classe 65 Debuttanti, in cui, alle spalle di Uccellini, si sono classificati Thomas Onori, portacolori del Moto Club Spoleto, e Jacopo Tufo, del Racing Terni. Nella 85 Junior Niccolò Vecchi, del Moto Club Foligno, ha ottenuto il quarto posto assoluto, mentre riscontri molto positivi sono giunti dalla 125 Junior, la classe più competitiva del programma: il quattordicenne Luca Cardaccia, di Panicale, esordiente nella ottavo di litro, è riuscito ad entrare nell’ambitissima top ten, classificandosi 8°. Decima posizione per il sedicenne di Spello Samuele Onori mentre il diciassettenne Davide Bastianini, di Assisi, è giunto 13°.

Altri piloti umbri saliti sul podio, il “senatore” Paolo Fiorucci, tifernate di 63 anni, nella MX2 Over 35; l’eugubino Fausto Cerri nella Epoca classe 125; l’altro tifernate “Gommino” nella Epoca classe 50;  Michele Sgaravizzi, del Trasimeno, 3.o nella Epoca oltre 125; l’altro eugubino Fabio Cerri, secondo nella Storiche oltre 125.

Prossimo appuntamento con il motocross sulla pista intitolata a Vinicio Rosadi il 15 settembre per una manifestazione di grande fascino e prestigio, il Campionato Italiano motocross d’epoca.

Ufficio Stampa

Moto Club Trasimeno “G.Capecchi”
Crossodromo Internazionale “Vinicio Rosadi” di Gioiella

Riguardo a Gianni Fanfano

5 commenti

  1. Sono molto contenta se si riuscisse a far passare due treni al giorno per la stazione di Chiusi ,io e so che sarebbe una ventata di opportunità anche per chi viaggia poco e una boccata d’ossigeno per l’economia per tutto il territorio ringrazio le persone che si stanno interessando per il problema ,invito Sidaci e. Chi. Ha. delle responsabilità di essere presenti e partecipare alla riuscita Anna Stefani

  2. luciano fiorani

    Assolutamente condivisibile quello che afferma il signor Orefice (che non conosco). “Di qua e di la dal fosso”, ovviamente, la situazione è identica.
    Quanto ai due treni alta velocità visti semplicisticamente come il toccasana della nostra emarginazione nei collegamenti ferroviari, fa un po’ ridere.
    Due treni veloci contro l’isolamento? E quali sarebbero le mete raggiungibili e in che orario?
    Insomma siamo, come al solito, alle suggestioni. I problemi accumulati sono ormai di tale portata che siamo ridotti ad affidarci ai detti della saggezza popolare, secondo cui, ogni meglio è meglio.
    Ma più in la non si va.

  3. Rodrigo

    La risalita del poggio fa ridere tutti ad esclusione dell’amministrazione stessa, un pulman elettrico sarebbe buona cosa, ma non soltanto per portare gente dal basso al centro, Batino dovrebbe fare uno studio anche delle frazioni e fare un pulmino che passi per esse in virtù alle esigenze, conosco persone che pagano 30 o 40 euro a colpo da Porto a Castiglione del lago perché devono fare una visita.

  4. Paolo Scattoni

    È una situazione del tutto paradossale. Invece di pensare un collegamento veloce da Perugia ad Arezzo e da Perugia a Chiusi nell’arco della giornata si spende una cifra incredibile. Parlo di collegamenti Perugia-Arezzo e Perugia-Chiusi perché da Arezzo e da Chiusi si potrebbero “agganciare” l’alta velocità. Un tempo si parlava di un collegamento Perugia Chiusi con un investimento minimo (la famosa proposta di Panettoni di alcuni anni fa) si sarebbe potuto avere un collegamento al di sotto dei 30 minuti.

  5. remo

    Non ci sono commenti per questa “cena”conviviale di personalita’ che dovrebbero andare a fare meno danni altrove ed invece ancora pontificano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Roncella e Risini “Il Ministero della Salute per la riapertura dell’Ospedale ed il Pronto Soccorso di Città della Pieve” Una nota dei sindaci di Montegabbione e Città della Pieve dopo l'incontro al Ministero della Salute a Roma

(comunicato stampa) Si è concluso pochi minuti dopo le 12.00 l’incontro sull’ex Ospedale ed il ...