Montepulciano. Orchestra della Toscana con Markus Stenz in Piazza Grande. Due prime di Detlev Glanert al 45° Cantiere.

(Comunicato stampa)

L’Orchestra della Toscana diretta da Markus Stenz in Piazza Grande per la prima esecuzione italiana di Idyllium e l’omaggio a Beethoven (ore 21.30) e i giovani talenti Zeisig Trio, vincitori del Concorso Nazionale Jugend Musiziert al Cortile delle Carceri (ore 18). Un doppio appuntamento musicale scandisce la giornata di giovedì 30 luglio al 45° Cantiere Internazionale d’Arte.

Al Cortile delle Carceri (ore 18, piazza Grande 2) i giovanissimi musicisti dello Zeisig Trio propongono brani di Franz Joseph Haydn, Sergej Rachmaninov, Clara Schumann e l’opera prima di Detlev Glanert realizzata dall’autore tedesco nel 1977. Nonostante la recente formazione, il terzetto composto da Yuanzhen Sun (pianoforte), Leila Fathali (violino) e Aaron Woyniewicz con un pregevole violoncello Hubert Schnorr della Fondazione Deutsches Musikleben, si è aggiudicato già numerosi riconoscimenti tra i quali il primo premio al Concorso nazionale tedesco Jugend Musiziert. Dopo il loro debutto al Cantiere Internazionale d’Arte, parteciperanno in autunno a un corso di musica da camera del Consiglio musicale tedesco.

Alle 21.30, riflettori puntati sulla scenografia rinascimentale di Piazza Grande che accoglierà una tra le bacchette più richieste al mondo, Markus Stenz. Direttore della Netherlands Radio Philharmonie Orchestra dal 2012 a 2019 e attualmente direttore residente dell‘Orchestra Filarmonica di Seoul, Stenz sarà sul podio dell’Orchestra della Toscana per un’impaginazione sinfonica che abbina la celebrazione di Beethoven con la prima italiana di Idlyllium. Si tratta di una partitura del 2019 con la quale Detlev Glanert, autore tra i più influenti d’Europa, continua la sua serie di riflessioni compositive sulle sinfonie di Johannes Brahms. Commissionate dalla Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam, queste pagine ricche di passaggi commoventi culminano in un finale sorprendente e sfrontato.

L’avvio della serata è dedicato all’Ouverture da Le Creature di Prometeo di Beethoven, un’introduzione alacre e scattante alla musica di scena del balletto omonimo che si apre in un clima di festa teatrale. La seconda parte del concerto è invece incentrata su un’opera tra le più rappresentative del linguaggio beethoveniano, ovvero la Sinfonia n. 3, detta Eroica. È la prima e la più potente espressione dell’impulso dell’autore a vivere con la musica il suo tempo, gli eventi, gli ideali, i conflitti morali.

Il 45° Cantiere, in corso fino al 2 agosto, con la direzione artistica di Roland Böer e il coordinamento artistico di Giovanni Oliva, è sostenuto da MiBACT, Regione Toscana, Comune di Montepulciano, Ministero degli Esteri della Repubblica Federale di Germania. Info e programma completo sul sito https://www.fondazionecantiere.it/it/ – Biglietti online su www.vivaticket.com

Prenotazioni consigliate alla mail: prevendita@fondazionecantiere.it o ai numeri: +39 0578 758473

 

Riguardo a antoniodellaversana

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

Chiusi. Silvia Frasson e Claudio Boccaccini nell’ultima giornata di Festival Orizzonti 2020.    Si chiude in bellezza, Domenica 9 Agosto, la rassegna di spettacoli curata da Gianni Poliziani.  

(Comunicato stampa)  Si avvia verso la conclusione la diciottesima edizione di Festival Orizzonti. La Fondazione ...