Maravalle al PD ” Falsità e parole lesive dell’immagine del paese e dell’interesse generale”

(riceviamo e pubblichiamo)

Ficulle è un borgo medievale di grande bellezza, circondato da 64 kmq di natura meravigliosa. Non a caso è un borgo del belvivere conclamato da “Cittaslow International” e ospita parte di una riserva mondiale della biodiversità.

L’articolo del PD è falsificatorio della realtà, e inaccettabilmente lesivo dell’immagine del borgo e dell’interesse generale.

Non esiste nessun partito, tranne il Circolo PD di Ficulle, che nello svolgere l’azione politica, se tale può essere definita, diffama il territorio del proprio comune e danneggia la propria comunità.

E’ da quando volevano archiviare la storia del Comune di Ficulle per tramite della fusione dei comuni dell’Alto Orvietano che il circolo PD ficullese ha come unica ragion di vita “il muoia Sansone con tutti i Filistei”. E’ il partito del nulla cosmico: non una lista alle elezioni, non un’elaborazione politica o proposte e tanto meno in relazione al tema che oggi agitano. E’ un partito ignaro delle problematiche generali ed anche di ciò che accade nel proprio Comune.

Raccontare che Ficulle ed il suo territorio sono sommersi dai rifiuti, non è soltanto una menzogna ma rappresenta una gravissima responsabilità verso l’intera cittadinanza: è il segno di una politica indegna, soprattutto in considerazione dell’attuale momento storico. Nessuna forza politica dotata del minimo buon senso, solo ed esclusivamente per il proprio tornaconto in termini di visibilità o altro, assumerebbe un’iniziativa lesiva dell’interesse generale nel vortice di una crisi – sanitaria e socio-economica- come quella attuale, con tutte le difficoltà delle famiglie e delle imprese. Tanto meno a danno di settori in crisi come quello del turismo e delle produzioni, ai quali un articolo come quello del circolo piddino bene non fa.

Precludere od ostacolare la resilienza di una comunità o di un territorio per meri fini partitici, deve essere considerato, in questo momento storico di grave difficoltà, il frutto perverso di una politica incapace, disattenta, distante dai bisogni delle persone ed egoista. Esattamente l’opposto rispetto a ciò di cui il paese, il territorio e tutta l’Italia hanno bisogno.

Il fatto è oltremodo grave e deve essere censurato perché attacca Ficulle nella completa ignoranza, da parte del Circolo PD, di quanto l’abbandono dei rifiuti sia un tema che riguarda l’intero territorio della regione e non solo: per quanto riguarda Ficulle non ci sono indicatori che segnalano una maggiore gravità del problema. Non soltanto, l’Amministrazione di Ficulle è tra quelle che hanno deciso di rinviare al prossimo anno l’applicazione della tariffa puntuale relativa ai rifiuti anche in considerazione del rischio d’accentuazione di tale fenomeno, almeno fintanto che non siano concordate iniziative ed organizzazione utili a contrastarlo. A seguito di ogni segnalazione ricevuta riguardo all’abbandono di rifiuti, per quanto di competenza, l’Amministrazione è sempre intervenuta, anche nei rarissimi casi segnalati dal gruppo di minoranza.

Se il Circolo PD vive sul lato oscuro della Luna non rendendosi conto dell’importanza di agire seriamente ed insieme in questo violento momento storico, è presumibile che ignori gli incontri svolti in tal senso con Carabinieri Forestali e referenti di Cosp Tecno Service, le importanti iniziative svolte con le scuole per sensibilizzare i giovani alle tematiche dell’ambiente, la partecipazione con varie progettualità alle contribuzioni Auri in materia ambientale per la riduzione della produzione di plastica, le iniziative prese in favore della riqualificazione del territorio comunale attraverso piantumazione di alberi, ecc…

Riguardo alla sensibilità ai temi ambientali dell’Amministrazione di Ficulle, appare troppo, rivolgendosi a questo terrificante modo d’intendere la politica, eccepire a questo bieco modo d’agitare l’ambientalismo quanto il Comune di Ficulle, insieme agli altri comuni del territorio, sta facendo, ivi compreso il problema dell’abbandono dei rifiuti, per dare sostanza a progetti come i MAB Unesco ed il Parco dello STINA, così come per la salvaguardia dell’ambiente e del paesaggio.

Non ultimo, l’articolo tende a strumentalizzare un’iniziativa organizzata da giovani e promossa tramite Facebook, peraltro a livello intercomunale, dedicata alla raccolta dei rifiuti abbandonati nei boschi. Se c’è un modo per disincentivare belle iniziative come quella messa in campo dai giovani di Ficulle e non solo, quello è la strumentalizzazione della politica.

Viviamo un momento storico straordinario, la politica è chiamata ad un grande salto di qualità, anche il Circolo PD di Ficulle.

Gianluigi Maravalle

Sindaco di Ficulle

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Riguardo a redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

Paciano. TrasiMemo compie sette anni Comune e Università celebrano il compleanno della Banca dei Saperi.

(Comunicato stampa) Raccolta di saperi e memorie, archivio web, spazio espositivo e progetti diffusi sul ...