M5Stelle.”C.Lago: incentivi fantasma sui rifiuti” Una nota stampa del Gruppo Movimento 5 Stelle Castiglione del Lago

Gli incentivi sulla tassa sui rifiuti sono stati presentati dall’amministrazione in occasione del consiglio comunale sui tributi locali e ribaditi durante la recente approvazione del bilancio preventivo 2018. In seguito sono stati illustrati al tavolo di concertazione del Comune con sindacati e associazioni di categoria e pubblicizzati tramite la stampa locale.

Da un paio di mesi, quindi, i nostri amministratori comunali vantano agevolazioni e riduzioni sulla Tari che però non trovano alcun riscontro nei fatti. Una presa in giro bella e buona!

Parliamo in particolare di 3 provvedimenti: gli incentivi sulle nuove aperture, quelli sulla raccolta differenziata e quelli sul compostaggio.

Per le nuova attività che aprono nei centri storici il comune parla di una riduzione del 30% della Tari per i primi 3 anni di attività senza che ci sia alcun atto di giunta, determinazione dirigenziale o accantonamento a riguardo. Al momento quindi rimane un’intenzione.

Sugli incentivi ai privati per la raccolta differenziata domiciliare la situazione è ancora più grave: l’amministrazione sbandiera con tanto di tabelle esplicative riportate anche su “Comune informa”, il periodico che spedisce a casa di tutti i residenti, una serie di riduzioni che variano da 15€ a 50€ a famiglia in base ai componenti e al numero di svuotamenti del secchio nero dei rifiuti indifferenziati.

Queste riduzioni sono scritte nell’articolo 19 del regolamento sulla Tari fin dal 2014 ma i cittadini non ne hanno mai beneficiato. Per alcuni anni, infatti, l’ultimo articolo del regolamento recitava candidamente: “Non si applica l’art.19”, senza dare spiegazioni. Dal 2017 invece il motivo ufficiale delle mancate riduzioni è che è partita la sperimentazione e bisogna aspettare il termine. I cittadini stanno ancora aspettando!

Infine gli incentivi previsti per il compostaggio domestico. Dal 2017 il regolamento Tari prevede per chi si adopera in questa buona pratica una riduzione del 20% sulla parte variabile della tariffa. Per ottenerla occorre ritirare la compostiera in ricicleria o, per chi già ne è in possesso, darne comunicazione al gestore dei rifiuti TSA. Qui siamo al paradosso: in questo caso la detrazione stabilita non è mai stata applicata per supposti problemi di comunicazione dell’elenco dei beneficiari tra Comune e TSA. Problemi che evidentemente nessuno ha interesse a risolvere!

L’indolenza del comune nella gestione dei rifiuti è palese: non c’è controllo sul ciclo dei rifiuti, non si incentiva la differenziata, non viene attuato il porta a porta per l’umido e non si promuove il compostaggio domestico, nonostante da oltre un anno una specifica mozione del Movimento 5 stelle sia stata approvata all’unanimità. Se poi si considerano le inchieste su TSA e il conflitto di interessi di una società che è allo stesso tempo responsabile della raccolta differenziata e gestore di una discarica, il mix peri i cittadini e per l’ambiente è deleterio.

Occorre subito invertire la rotta e tornare ad una gestione completamente pubblica dei rifiuti.

Gruppo Movimento 5 Stelle Castiglione del Lago

 

 

 

Riguardo a Gianni Fanfano

5 commenti

  1. Sono molto contenta se si riuscisse a far passare due treni al giorno per la stazione di Chiusi ,io e so che sarebbe una ventata di opportunità anche per chi viaggia poco e una boccata d’ossigeno per l’economia per tutto il territorio ringrazio le persone che si stanno interessando per il problema ,invito Sidaci e. Chi. Ha. delle responsabilità di essere presenti e partecipare alla riuscita Anna Stefani

  2. luciano fiorani

    Assolutamente condivisibile quello che afferma il signor Orefice (che non conosco). “Di qua e di la dal fosso”, ovviamente, la situazione è identica.
    Quanto ai due treni alta velocità visti semplicisticamente come il toccasana della nostra emarginazione nei collegamenti ferroviari, fa un po’ ridere.
    Due treni veloci contro l’isolamento? E quali sarebbero le mete raggiungibili e in che orario?
    Insomma siamo, come al solito, alle suggestioni. I problemi accumulati sono ormai di tale portata che siamo ridotti ad affidarci ai detti della saggezza popolare, secondo cui, ogni meglio è meglio.
    Ma più in la non si va.

  3. Rodrigo

    La risalita del poggio fa ridere tutti ad esclusione dell’amministrazione stessa, un pulman elettrico sarebbe buona cosa, ma non soltanto per portare gente dal basso al centro, Batino dovrebbe fare uno studio anche delle frazioni e fare un pulmino che passi per esse in virtù alle esigenze, conosco persone che pagano 30 o 40 euro a colpo da Porto a Castiglione del lago perché devono fare una visita.

  4. Paolo Scattoni

    È una situazione del tutto paradossale. Invece di pensare un collegamento veloce da Perugia ad Arezzo e da Perugia a Chiusi nell’arco della giornata si spende una cifra incredibile. Parlo di collegamenti Perugia-Arezzo e Perugia-Chiusi perché da Arezzo e da Chiusi si potrebbero “agganciare” l’alta velocità. Un tempo si parlava di un collegamento Perugia Chiusi con un investimento minimo (la famosa proposta di Panettoni di alcuni anni fa) si sarebbe potuto avere un collegamento al di sotto dei 30 minuti.

  5. remo

    Non ci sono commenti per questa “cena”conviviale di personalita’ che dovrebbero andare a fare meno danni altrove ed invece ancora pontificano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Il Foligno agguanta il Lama in vetta. Pievese bella ma senza punti "Il Punto" sull'Eccellenza di Alvaro Bittarello

Sono tre le notizie piu’ importanti che riguardano la settima giornata del campionato di Eccellenza, ...