Il vuoto è quando se ne vanno grandi e belle persone. E’ morto Andrea Cresti. Uno di noi.

Non lo vedremo più con la sua criniera bianca e la sua barba, con la sua esile figura, passare tra le file ordinate delle sedie nella piazzetta del teatro di Monticchiello, in quelle sere d’estate, tra gli amici, tra gli amanti delle nostre terre, tra le storie vere raccontate dal Teatro Povero di Monticchiello. Non lo vedremo più salire, sempre un po’ imbarazzato, sul palco, abbracciare i suoi attori dilettanti, il suo popolo,  e ricevere l’applauso forte e convinto del pubblico che ogni sera applaudiva un’opera nuova, ma anche un rito, un uomo, un gruppo, una tradizione laica.

E’ morto Andrea Cresti, insegnante, ma soprattutto anima e animatore degli ultimi trenta anni della splendida storia del Teatro Povero di Monticchiello. Ci sarà modo e tempo per parlare di lui, quando riusciremo con il contributo di tanti a scrivere la storia di questi nostri splendidi luoghi erroneamente “scartati” da un progresso bolso, e dei grandi protagonisti che li hanno animati e li animano. Ora vogliamo semplicemente digli, da semplici conterranei, addio. Ci mancherai.

Gianni Fanfano

Riguardo a Gianni Fanfano

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

Chiusi. Ripartono i corsi di teatro della Fondazione Orizzonti d’Arte in collaborazione con la compagnia i Macchiati.

(Comunicato stampa) I laboratori prenderanno il via lunedì 20 Settembre 2021, saranno svolti all’interno del Teatro Mascagni ...