Il Sindaco Scricciolo risponde a Fanfano: ufficio comunicazione tutto ok Per la raccolta pubblicitaria si rimanda la bando

Gentile Direttore,

letto il Suo intervento che denota attento e imparziale coinvolgimento per quanto attiene il settore della comunicazione di questo Ente, Le invio, con preghiera di pubblicazione sulle Vostre colonne, alcune precisazioni in merito alle scelte dell’Amministrazione:

La comunicazione di questo Ente è al vaglio del sottoscritto e viene diffusa in eguale misura (salvo esplicite richieste su iniziative dei singoli) a tutte le testate, cosa che esclude categoricamente ogni possibile pregiudizio di parzialità. A questo si aggiunge autonoma e insindacabile scelta delle testate in ordine alle modalità e spazi di trattazione delle notizie.  Questo al fine di un rapporto di trasparenza e collaborazione con la Stampa che questa Amministrazione ha tutto l’interesse di coltivare, per offrire la maggior visibilità possibile agli eventi, alle iniziative e alle notizie di pubblico interesse che riguardano la Città e l’Ente.

Si precisa inoltre che l’essere passati da due collaboratrici in staff a tempo pieno ad una sola collaborazione part-time è ritenuta una sufficiente testimonianza del cambiamento operato anche in virtù della qualità e della quantità di comunicazione prodotta e che soddisfa appieno questa Amministrazione.

Per quanto attiene invece al sollevato tema della raccolta pubblicitaria semplicemente si rimanda al bando pubblico e al relativo capitolato e regolamento, ove tutte le domande trovano loro naturali risposte.

Colgo anche l’occasione per ringraziare tutti i gli organi di stampa ed i giornalisti che nel panorama locale e regionale  mostrano  interesse per il nostro territorio, cosa che possiamo solo augurarci continui e si incrementi.

Cordiali saluti

Fausto Scricciolo

Riguardo a Gianni Fanfano

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

San Casciano dei Bagni. il Consiglio comunale approva le osservazioni al Piano Operativo Comunale (POC)

Ampio processo partecipativo al POC nel rispetto del paesaggio: 72 osservazioni e 60 accolte; lo strumento urbanistico guarda anche allo sviluppo economico del territorio