Il dottor Bartolini festeggia novant`anni solcando il Trasimeno Dal Corriere dell'Umbria  di Alice Guerrini

(Rassegna stampa dal Corriere dell’Umbria). Novant’anni e una grande passione per il Trasimeno e la vela. 11 protagonista di questa storia è Domenico Bartolini, nato il 20 febbraio del 1928 e che proprio oggi compie novant’anni. Un uo mo alto, atletico, assolutamente in ottima forma che da anni, tanti anni, naviga sulle acque del Trasimeno e non solo. Ma facciamo un passo indietro e capiamo chi è stato e chi è Domenico.

Nato a Montecerignone, in provincia di Pesaro-Urbino nel 1928, in realtà Domenico è umbro doc, questo per essere stato medico condotto per decenni a Città della Pieve. Lungo la sua vita però oltre al lavoro e alla famiglia, c’è sempre stata un’altra grande pas- sione che lo ha accompagnato: la vela. E gli amici del Club velico di Castiglione del Lago (che tra l’altro approfittano per fare a Domenico tantissimi auguri di compleanno a cui si aggiungono anche quelli del Corriere dell’Umbria} ancora non sanno bene quale sia la ricetta per arrivare a novant’anni così in forma. “Forse lo ha aiutato – dicono dal Club velico – oltre a magnanimi geni, anche la sua passione per la vela: Domenico continua infatti ad andare in barca, d’estate in Adriatico, con un Hying junior, e il resto dell’anno sul Trasimeno con un Meteor. Ma, se capita – continuano da Castiglione del Lago – disputa pure qualche regata di livello na zionale. Iscritto alla Fiv, socio, ovviamente anziano, del Club velico castiglionese, Domenico parteciperà a giugno a Rimini al 45esimo campionato italiano Classe Meteor, con un equipaggio di tutto rispetto (Bartolini-Ricchiardino-Saldni-Toppi) sommando tutti insieme all’indrca 315 primavere”. Ma la sua partecipazione a gare di questo tipo, non è certo episodica.

“Nella Classe Meteor – continuano dal club velico – Domenico Bartolini ha regalato infatti lo scorso anno a Passignano sul Trasimeno nell’edizione 44 sempre nel campionato italiano (vinto, per inciso, proprio da un equipaggio del club velico castiglionese) classificandosi 37esimo su 45 imbarca zioni, e nel 2012 a Castiglione del Lago, mentre nel 2007 ha partecipato al campionato italiano Classe Lightning”. Insomma tanta vela e tanta passione, e oggi più che mai, gli amici e sodali del club velico castiglionese, con cui esce in barca quasi ogni giovedì, si apprestano a festeggiarlo e ad augurargli ancora “buon vento”. La sua è quindi una vita passata ad aiutare gli altri come medico e a coltivare la passione per l’acqua e il vento. Per Domenico tante storie da raccontare e altrettante ancora da vivere. Ricordiamo che il club velico castiglionese che Domenico frequenta da anni, è una delle eccellenze del Trasimeno che accolgono ogni anno tantissimi appassionati e amanti del lago.

*titolo del Corriere Pievese

 

Riguardo a redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Città della Pieve. Briziarelli e Mancini (Lega) “Il diritto alla salute non deve essere solo scritto ma esercitato.” Nota stampa congiunta dei due esponenti della Lega Umbria

Riceviamo e pubblichiamo. “Il diritto alla salute non deve essere solo scritto ma esercitato” afferma la ...