Il Consiglio Comunale di Montegabbione unanime per riaprire l’Ospedale di Città della Pieve Nuova presa di posizione del Comune dell'Alto Orvietano

(Comunicato stampa) Ieri sera il Consiglio Comunale di Montegabbione si è espresso all’unanimità nel dare mandato al Sindaco e alla Giunta Comunale affinché intraprendano le necessarie azioni politico- amministrative e giudiziarie atte a garantire la riapertura del Presidio Ospedaliero di Città della Pieve, a tutela del diritto alla salute dei cittadini di Montegabbione; un atto coraggioso e responsabile da parte dei Consiglieri, sia di maggioranza che di opposizione.

Ricordiamo che il TAR dell’Umbria, a seguito del ricorso presentato dal Comune di Montegabbione e sostenuto dal Comitato per il diritto alla salute – Art.32, con sentenza n.98/2018 ha ordinato la riapertura del Pronto Soccorso, dichiarato servizio essenziale per la protezione del diritto primario dell’uomo: quello alla vita. Successivamente USL Umbria1 e Regione hanno presentato ricorso al Consiglio di Stato chiedendo l’annullamento dell’ordinanza del TAR.

Riteniamo pertanto di costituirci in giudizio dinanzi al Consiglio di Stato, per far valere un diritto fondamentale; oggi stesso, inoltre, abbiamo inviato una proposta di ordine del giorno a sostegno della riapertura del Presidio ospedaliero di Città della Pieve da sottoporre a tutti i Consigli Comunali dell’Area Interna Sud-Ovest dell’Umbria e del Trasimeno.

Riaprire il Pronto Soccorso di Città della Pieve significa garantire il diritto alla salute a chi vive in zone disagiate, coerentemente con la strategia delle Aree Interne, la quale mira a contrastare lo spopolamento nelle aree fragili, potenziando settori fondamentali quali sanità, istruzione e trasporti.

f.to Il Sindaco Ing. Fabio Roncella

Riguardo a redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

Anci “Decreto rilancio, fondi a Paciano, Ficulle, Fabro, Monteleone e Montegabbione”

(Comunicato stampa Anci Umbria) Sono stati assegnati, grazie all’impegno e all’azione di Anci intrapresi sul ...