Il Comune di Chianciano fornirà gratuitamente ai cittadini il compost Dai rifiuti della raccolta differenziata proveniente dai rifiuti organici il compost “Terra di Siena”

I rifiuti organici che vengono raccolti sappiamo che sono utilizzati per trasformare la frazione organica in un ammendante, ovvero un fertilizzante che migliora le caratteristiche fisiche del suolo e che viene utilizzato sia in agricoltura convenzionale che biologica. Anche i rifiuti organici di Chianciano Terme sono stati trasferiti agli impianti di Sienambiente che trasforma il rifiuto stesso nel compost “Terra di Siena”. Questo compost, prodotto negli impianti di Pian delle Cortine (Asciano) e Poggio alla Billa (Abbadia San Salvatore), deriva dalla lavorazione di scarti provenienti principalmente dalla raccolta differenziata dei rifiuti organici e di materiale vegetale. In pratica, il prodotto che ne deriva, è il frutto concreto dell’impegno dei cittadini nel fare la raccolta differenziata, in particolare di quella dei rifiuti organici che grazie a un processo naturale vengono trasformati in concime. Un dato che riguarda i rifiuti organici raccolti nel Comune di ChiancianoTerme, che vengono trasferiti all’impianto di Pian delle Cortine: le circa 1.100 tonnellate all’anno di rifiuto organico raccolto nella stazione termale viene trasformato in circa 275 tonnellate annue di compost.

Per incentivarne l’utilizzo, l’Amministrazione comunale di Chianciano Terme ha deciso di fornirlo gratuitamente ai cittadini che ne fanno richiesta.  “In accordo con Sienambiente – afferma l’Assessore all’ambiente Damiano Rocchi – abbiamo deciso di fornire gratuitamente l’ammendante, in una quantità massima volumetrica di 60 litri, ai cittadini chancianesi iscritti a ruolo TARI, che sono in regola con i pagamenti, ma che non sono dotati di una compostiera”. “Questa iniziativa, oltre a promuovere l’utilizzo del compost  – conclude Rocchi – vuole anche essere anche un ‘simbolico’ riconoscimento per tutti coloro che svolgono correttamente la raccolta differenziazione del rifiuto e ne comprendono l’importanza ai fini ambientali”.

Per richiedere il compost gratuito ci si deve rivolgere Ufficio Manutenzioni (‪0578652321 e/o 0578652300) e farne richiesta, sarà poi il personale dell’ufficio stesso a comunicare la data ed il luogo della consegna del compost e del materiale informativo sull’utilizzo dell’ammendante.

Dr.ssa Patrizia Mari

Comune di Chianciano

Riguardo a redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Marco Bertozzi “Dove va l’Assistenza Sanitaria?”

(Riceviamo e pubblichiamo)Da uno studio di una importante Associazione Sanitaria e Medica,l’Assomed,pubblicato in questi giorni, ...