Gesenu, Gest, TSA. I sindaci del Trasimeno auspicano nuovi contratti

dall’Ufficio Comunicazione del Comune di Città della Pieve

I Sindaci del Trasimeno e Corciano tengono a ribadire la propria assoluta estraneità alle note vicende sui rifiuti, sulle quali si augurano che si faccia chiarezza fino in fondo ed in breve tempo.

Con questa nota intendono informare i cittadini circa le politiche adottate negli ultimi tempi.

Come soci di maggioranza di TSA si ribadisce che si tratta di un’azienda sana ed autonoma. I Comuni soci hanno spinto ancor di più in tal senso al punto che l’amministratore delegato, che da statuto è di nomina da parte del socio privato più grande (Gesenu), nell’ultimo mandato non è stato nominato, in virtù di una precisa volontà di preminenza pubblica ed autonomia gestionale.

Tutti i Consigli Comunali hanno approvato, prima dell’assemblea di TSA di inizio 2015, modifiche statutarie volte a ridurre il potere dell’amministratore delegato.

In sede di Ati n.2 i Sindaci del Trasimeno e Corciano hanno richiesto ed ottenuto la possibilità di trattamento del rifiuto differenziato (umido e verde) in ambito locale invece di essere obbligati a conferire presso l’impianto di Pietramelina.

I Sindaci si augurano che il sistema regionale dei rifiuti possa essere interamente riorganizzato anche attraverso la ricerca di nuovi e qualificati soggetti.

Infine, anche alla luce degli ultimi accadimenti, i Sindaci del Trasimeno e Corciano auspicano il superamento degli attuali vincoli contrattuali al fine di ottenere un servizio più efficiente e contenere i costi.

 

Riguardo a Gianni Fanfano

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

Amianto nelle tubazioni, monitorare l’acqua. Peltristo chiede un’audizione alla Presidente della Commissione Sanità.

(Comunicato stampa) Più di 30 documenti, tra richieste di informazioni, solleciti e risposte, comunicazioni telefoniche, ...