Fora “Alta Velocità “Istituzione navetta ‘Perugia – Stazione di Chiusi’. Miglioramento collegamenti ovest Umbria con Sud e Nord Italia”

(Acs) Il consigliere Andrea Fora (Patto civico per l’Umbria) annuncia la presentazione di una mozione per impegnare la Giunta regionale a “realizzare quanto prima un servizio di navetta, anche sperimentale per questa stagione, per il collegamento da Perugia alla fermata dell’Alta Velocità in località Chiusi, coinvolgendo nella programmazione i sindaci dei Comuni interessati”. Fora auspica un “miglioramento dei collegamenti della zona ovest dell’Umbria con il sud e nord Italia”.

“Realizzare quanto prima un servizio di navetta, anche sperimentale per questa stagione, per il collegamento da Perugia alla fermata dell’Alta Velocità in località Chiusi, coinvolgendo nella programmazione i sindaci dei Comuni interessati”. È il dispositivo di una mozione annunciata dal consigliere Andrea Fora (Patto civico per l’Umbria) con cui chiede alla Giunta regionale un intervenire per un “miglioramento dei collegamenti della zona ovest dell’Umbria con il sud e nord Italia”.

Fora ricorda che “anche per l’estate 2020, dal 14 giugno è stata ripristinata in località Chiusi la fermata dell’Alta Velocità, la mattina

in direzione Sud e la sera in direzione Nord e quindi perfettamente complementare in termini funzionali e di orario con il ‘Frecciarossa’ Perugia-Milano’ e viceversa. Lo scorso anno – sottolinea Fora – il servizio ha raggiunto un importante target di successo, con oltre 16mila biglietti ‘staccati’ nel periodo 9 giugno-6 gennaio”.

“Il pieno utilizzo di questa fermata – scrive Fora nel suo atto di indirizzo – sarebbe particolarmente utile per molti cittadini umbri di territori limitrofi alla città di Chiusi e per gran parte della zona ovest della nostra regione, un bacino molto interessante, nell’area del Trasimeno e della Valnestore, da Perugia a Città della Pieve, dove abitano oltre 180mila umbri, quasi un quinto dell’intera popolazione regionale. La fermata a Chiusi – puntualizza Fora – permette ai turisti di raggiungere le principali località di Siena e le sue Terre, della Val di Chiana, della VaI d’Orcia, dell’Amiata, e dei comuni umbri del Trasimeno, in una logica di ridistribuzione dei flussi turistici in territori di medie e piccole dimensioni ad alta attrattività culturale e paesaggistica”.

“Per sfruttare pienamente questa fermata – suggerisce Fora – sarebbe certamente auspicabile mettere a disposizione una apposita navetta che percorra i diversi comuni dell’area, utile in termini di sviluppo, sia in funzione delle migliori opportunità di collegamento, non solo verso il nord, ma anche verso il sud del Paese, sia in termini di maggiore attrattività turistica di un comprensorio, quello del Lago Trasimeno, tra i più interessanti in quanto a bellezza paesaggistica del centro Italia. Il miglior collegamento da Perugia verso Chiusi – conclude Fora – oltre che tramite navetta sarebbe auspicabile anche tramite la tanto attesa realizzazione della ‘Perugia-Chiusi’, via Valnestore”.

Riguardo a Gianni Fanfano

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

Chianciano, la crisi e il confronto su come utilizzare risorse residue

Un intervento sulla situazione chiancianese