Fausto Risini “Una candidatura PER Città della Pieve. Un progetto che UNISCA la nostra comunità” "Un progetto basato sulla partecipazione e il confronto."

(Riceviamo e pubblichiamo)

Cari Concittadini,

la mia candidatura oggi a Sindaco è la diretta espressione di una forte volontà di rinnovamento nata da un’idea semplice, riscoprire la bellezza della politica.

La politica vera e sana, quella fatta da pensieri ed idee libere, quella che apre la porta alla voglia di contribuire, quella che ascolta e si confronta con tutti, sempre, con umiltà ed obiettività.

Lasciamo stare le strategie, il “politichese”o le fazioni, perchè è su ben altro che dobbiamo concentrare le energie adesso, dobbiamo costruire insieme una visione per questo meraviglioso paese, dobbiamo riscoprire l’orgoglio di appartenere a Città della Pieve, abbiamo il dovere di rammendare questo tessuto variopinto creandone finalmente una comunità matura ed accogliente.

Ho lavorato per 40 anni alla USL come responsabile amministrativo di vari settori socio-sanitari.

Una grande passione: la corsa.

Uno sport e un incarico, quello di Presidente della ASD Filippide, la piu’ grande associazione podistica dell’Umbria che mi ha permesso di conoscere, capire ed allenare campioni in erba, ragazzi e ragazze di tutta Italia che rendono orgoglioso il nostro territorio.

In passato, molti concittadini mi hanno chiesto di candidarmi a Sindaco. Tante persone, di differenti orientamenti politici, che nella cabina elettorale votano Partiti diametralmente opposti oppure persone che non vanno a votare da anni perché hanno perso fiducia nella politica.

Solo oggi, dopo molte riflessioni, ho deciso di fare questo passo. Il perché è da ricercarsi in diverse valutazioni personali. Ho sempre amato il mio lavoro, svolto con entusiasmo e passione al servizio della gente e ho sempre pensato che si sarebbe mal conciliato con il ruolo di Sindaco, che presuppone ancora più dedizione ed  impegno. Adesso che sono in pensione credo di avere acquisito la giusta esperienza amministrativa per ricoprire tale incarico e  avere tutto il tempo  e l’energia possibile da mettere a disposizione della nostra Città.

Ho creduto, a cavallo degli anni 90′ al progetto PDS perché pensavo che il più grande soggetto di sinistra del nostro Paese si potesse aprire alla società civile, a culture e tradizioni diverse e soprattutto che si potesse contrapporre al solito metodo in cui pochi decidono per molti, o ancor peggio uno per tutti.

Dopo pochi anni ho capito che la mia idea di amministrare non era condivisa.

Da quel momento non ho più fatto alcuna tessera di partito e non ho svolto nessun incarico diretto o indiretto in politica.

Non rinnego il mio passato perché è stata comunque un’esperienza positiva da cui trarre insegnamento per il futuro. Avere la consapevolezza che è possibile creare qualcosa di DIVERSO.

Qualcosa che unisca e non divida, qualcosa che possa mettere insieme più culture politiche e che possa davvero rappresentare un cambiamento cosi troppo spesso sbandierato e mai realmente ottenuto.

In futuro, se sarò scelto, non risponderò direttamente a NESSUN partito ma solo a VOI, ognuno di voi.

Considerate il mio impegno come un’opportunità per cambiare lo stato attuale delle cose. Solidarietà, uguaglianza e libertà saranno i valori che mi fregerò di voler perseguire affinchè ogni singolo cittadino possa essere protagonista in prima persona della vita amministrativa del Comune.

Sarò aperto al dialogo con tutti, compresi i soggetti istituzionali e amministrativi che operano e opereranno esclusivamente per il bene di Città della Pieve, indipendentemente dal colore politico.

Guidero’ una lista civica di uomini e donne che sono impegnati nella nostra Comunità, che non hanno paura di metterci la faccia e che continueranno a lavorare per il nostro territorio, sia se saremo in maggioranza, sia all’opposizione.

Illazioni e chiacchiere su altri candidati non saranno il nostro programma politico e per questo  non dedicherò del tempo per rincorrere voci o difendermi da eventuali  accuse infondate sulla mia persona o sul nostro progetto.

I cittadini pievesi conoscono il loro concittadino Fausto Risini.

Fin da subito avvierò’ una campagna di ascolto contattando le associazioni di tutto il territorio (Città della Pieve, Moiano, Maranzano, San Litardo, Po’ Bandino e Ponticelli).

Questa la mia mail: faustorisinisindaco@gmail.com a cui potrete inviare suggerimenti, segnalazioni di problemi e consigli.

A breve, sarà attiva una pagina Facebook dove si inizierà a parlare e dibattere dei temi della città, a partire dalla questione Ospedale.

Presenteremo la nostra lista nel mese di Marzo. Ci aggiorneremo a breve sulla data e sull’ora, in base alla disponibilità delle Sale comunali.

Auguro a tutti i Pievesi una campagna elettorale sana, votata al confronto e al dibattito democratico.

Iniziamo insieme una grande corsa.

Con affetto,

Fausto Risini

 

 

 

 

 

 

 

Riguardo a redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Fausto Risini “LIBERAMENTE” è il nome della nostra lista”  Città della Pieve. Presentati nome e logo della lista di Fausto Risini alle prossime elezioni comunali

(Riceviamo e pubblichiamo) Cosa rappresenta il nostro simbolo? Un progetto concreto per il nostro territorio, ...