E’ nata la “Carta dei valori dei Monumenti Verdi” Dalla difesa della "Quercia delle Checche" alla Carta di Siena

Straordinario risultato, oltre ogni aspettativa, per la qualità del parterre dei relatori, per il numero di presenze, per la partecipazione di istituzioni locali e nazionali e associazioni appartenenti al mondo dell’ambientalismo e della tutela del pianeta, per la progettualità, per la capacità di elaborazione e analisi delle questioni in campo, per l’analisi storica, per il confronto di idee e sentimenti, del Convegno sulla Tutela dei Monumenti Verdi e nuove frontiere ecologiche al diritto, tenutosi a Siena nella splendida location della sala del Pellegrinaio al Santa Maria della Scala il 5 e 6 ottobre.

Il Convegno si è aperto alla presenza del Prefetto di Siena Armando Gradone, la Soprintendente ai Beni Culturali Architettonici e Paesaggistici di Siena, Arezzo e Grosseto, la ex sottosegretario del MiBACT Ilaria Borletti Buitoni, Il Questore Costantino Capuano, l’Assessore alla Cultura e Istruzione Clio Biondi Santi, oltre che gli organizzatori, il Direttore del Complesso Museale del Santa Maria della Scala Daniele Pitteri, il Dipartimento Studi Giuridici e Aziendali dell’Università di Siena rappresentato dal prof. Massimiliano Montini, la Presidente dell’ Associazione Opera Val d’Orcia Nicoletta Innocenti. L’evento è stato patrocinato da MiBACT, MIPAAF, Ministero dell’Ambiente, Giant Tree Fondation, Europe Direct e l’adesione per la tavola rotonda del sabato 6 ottobre delle più importanti associazioni a livello nazionale di tutela dell’ambiente quali FAI, Legambiente, Touring Club, Italia Nostra, WWF, Club UNESCO.

Nella prima giornata di venerdì 5 ottobre il pubblico ha raggiunto 150 persone. Competenza scientifica e grande motivazione ha caratterizzato gli interventi dei relatori. Sono intervenuti gli agronomi esperti di Monumentali Daniele Zanzi e Andrea Maroè, Ilaria Borletti Buitoni coautrice della Carta Europee del Paesaggio, la neo Presidente di Italia Nostra Meriarita Signorini, l’ambientalista Grazia Francescato, Il sociologo Pippo Russo, i giuristi Giovanna Landi, Massimiliano Montini, Francesco Francioni e Catia Buiarelli, gli storici Mario Ascheri, Alessandro Dani e Ugo Sani, Il Presidente di Legambiente toscana Fausto Ferruzza, Il responsabile di Touring Club Marco Frey, Il responsabile di Club UNESCO Marco Devecchi.

A conclusione del convegno è stata stilata la CARTA di Siena, carta dei valori dei Monumenti Verdi e del Paesaggio, che verrà definitivamente vagliata alla luce dei contributi giunti durante il convegno e successivamente firmata da tutti i soggetti coinvolti. Il fine è quello di procedere con l’adozione da parte di soggetti pubblici e istituzioni.

Ora

Riguardo a redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Il Sindaco Scricciolo “Cari Pievesi…”. Una lettera su facebook. Una lettera comparsa sulla pagina facebook personale del sindaco e che dovrebbe essere contenut nel giornale cartaceo in distribuzione.

E ‘ nostra regola non attingere notizie od altro da fecebbok. In questo caso data ...