Domani 13 Giugno incontro al Ministero della Salute sull’Ospedale ed il Pronto Soccorso di Città della Pieve. Incontro promosso dal senatore Briziarelli con il sottosegretario Coletto. Saranno presenti i sindaci di Città della Pieve e di Montegabbione, Risini e Roncella.

Un incontro annunciato da tempo quello che avverrà domani al Ministero della Salute. Promosso dal senatore Briziarelli sul tema della chiusura dell’Ospedale di Città della Pieve e del suo pronto soccorso e degli ospedali in zone disagiate in generale. L’argomento era stato oggetto anche di una interrogazione parlamentare.Saranno presenti i sindaci di Città della Pieve e di Montegabbione, Risini e Roncella. Riportiamo per informazione il testo del comunicato stampa con cui veniva annunciato questo importante appuntamento. (NdR)

(comunicato stampa) “Il Sottosegretario di Stato alla Salute, Luca  Coletto ci riceverà il 13 giugno 2019 per trattare tutti gli aspetti  relativi alla corretta interpretazione della Golden Hour, il cui mancato  rispetto è alla base della chiusura del pronto Soccorso di Città della Pieve”. Ad annunciarlo è il Senatore Luca Briziarelli che si era  impegnato in prima persona con la cittadinanza stessa, per portare al Ministero della Salute, la delicata questione dell’ospedale di Città  della Pieve. All’incontro prenderanno parte insieme allo stesso Senatore Briziarelli, il sindaco di Montegabbione Fabio Roncella (unico candidato  alle elezioni di domenica prossima), il futuro sindaco di Città della Pieve e il Capogruppo della Lega in Regione, Valerio Mancini. L’invito a  partecipare all’incontro è esteso anche ai rappresentanti del Comitato  articolo 32.

L’appuntamento fa seguito a tutta la vicenda che si è scaturita con la chiusura del Pronto Soccorso di Città della Pieve, con
il successivo ricorso al Tar che ha dato ragione al Comune di  Montegabbione e ai cittadini della Pieve e della zona e con il Consiglio
di Stato che ha invece ribaltato la sentenza attraverso una  interpretazione restrittiva della questione Golden Hour (ossia il  periodo di tempo che va da pochi minuti a diverse ore dopo una lesione  traumatica causata da un incidente, durante il quale vi è la più alta
probabilità che un pronto trattamento medico possa evitare la morte).

“Dopo la risposta che aveva dato il Ministro alla mia interrogazione –  spiega il Senatore Briziarelli – impegnandosi ad approfondire la vicenda e portarla ai tavoli di discussione, questo incontro diventa  fondamentale per preparare il passaggio con il tavolo tecnico e arrivare
auspicabilmente alla risoluzione del problema con la riapertura del  Pronto Soccorso”. Briziarelli considera inoltre indispensabile questo
passaggio “tenuto conto che la Regione – continua il Senatore della Lega  – con le dimissioni ufficializzate della presidente Marini, non potrà  fare nulla fino a Novembre. Siamo certi che i cittadini ci daranno la  possibilità di porre rimedio ai danni fatti in oltre dieci anni di
cattiva amministrazione da parte del Pd con promesse mai mantenute, in  tutti i settori, ma in particolare nella sanità. Il nostro primo impegno  – conclude Briziarelli – sarà quello di garantire attraverso un lavoro  serio, un livello adeguato di servizi a tutti i cittadini umbri, a partire da quelli che abitano in zone disagiate. Servizi che partiranno  proprio da quelli sanitari a tutti i livelli (territoriali, ospedalieri e di emergenza urgenza)”.

 

Riguardo a Gianni Fanfano

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

BANCA CRAS e BCC UMBRIA. Siamo alla fusione.

Convocate le assemblee dei soci per il 21 dicembre