“Di fiore in fiore”. I fiori di Piegaro nell’arte del vetro”. Domenica 23 giugno presso il Museo del Vetro di Piegaro, verrà inaugurata la mostra

Una mostra collettiva di opere in vetro pensata per unire due realtà del territorio legate al vetro, il Museo del Vetro di Piegaro e lo spazio Bernardini Fatti della Vetrata Artistica e Contemporanea di San Sepolcro.

La mostra  raccoglierà  tutte le opere realizzate dagli allievi dei due musei  durante i laboratori sul vetro, in particolare quelli realizzati durante il recente Festival del vetro.

Saranno esposte anche le opere  degli studenti del liceo artistico Giovagnoli di Sansepolcro,  che  hanno elaborato fiori con la tecnica della vetrofusione e pittura a fuoco, studiando le geometrie già presenti in natura secondo lo spirito di Leonardo da Vinci, in tema con la mostra dei loro manufatti ancora in corso presso lo Spazio Bernardi Fatti di Sansepolcro. Inoltre saranno esposti alcuni dei  lavori, sempre seguendo il tema dei fiori, dei ragazzi che partecipano  al progetto “TrasiMEMO Arts & Crafts”, un progetto che vede il coinvolgimento di giovani e giovanissimi con disagio psichico e cognitivo in attività pratiche all’interno del museo del vetro.

Abbiamo pensato di inaugurarla il 23 giugno per creare un ulteriore legame con il territorio, in occasione cioè dell’ INFIORATA LUIGI GONZAGA di Città della Pieve, dedicata quest’anno a Leonardo da Vinci e realizzata appunto con foglie e fiori del territorio.

Una sorta di fil rouge che lega tre importanti centri delle nostre vallate.

Durante l’naugurazione verranno anche premiate le foto realizzate durante il contest fotografico “PIEGARO: VETRO, FIORI E TERRITORIO”, che si è svolto qui al museo sempre durante il festival del vetro.

 

Sabrina Vernarecci

Museo del Vetro di Piegaro

 

Riguardo a Gianni Fanfano

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

Cecilia Anesi ed il suo giornalismo d’inchiesta. Galeotto fu Terzani ed i suoi libri.

Cecilia Annesi è una nostra amica ed una cittadina pievese di adozione molto conosciuta, in ...