Dal GAL Trasimeno Orvietano un milione di euro per le piccole imprese Venerdì 14 giugno alle ore 17.30 presso il Palazzo dei Sette di Orvieto evento pubblico di presentazione del bando.

Cifra tonda, un milione di euro, per le piccole imprese del territorio del GAL Trasimeno- Orvietano destinato a finanziare per il 60/70% a fondo perduto progetti dedicati/rivolti alla creazione di nuove imprese e allo sviluppo o ampliamento di quelle esistenti. Questo, in sintesi, il bandoSostegno allo sviluppo e alla creazione di attività extra-agricole nei settori commercio – artigianato – turismo –servizi – innovazione tecnologica” che il GAL Trasimeno-Orvietano presenterà Venerdì 14 giugno alle ore 17.30 presso la Sala del Governatore di Palazzo dei Sette di Orvieto. Il Bando attiva l’intervento 6.4.3 del PSR 2014-2020 dell’Umbria e si rivolge alle microimprese non agricole (imprese che occupano meno di 10 persone) costituite o da costituire. Pubblicato sul BUR l’11 giugno, il Bando resterà aperto 120 giorni per poi passare alla fase di valutazione e di ammissibilità dei progetti presentati.

Saranno finanziabili, in regime “de minimis”, operazioni finalizzate alla creazione o al potenziamento di microimprese – in grado di sviluppare nuove attività e occupazione nei seguenti settori:

  • Attività di turismo rurale e dei connessi servizi;
  • Creazione o riqualificazione di esercizi commerciali esistenti, anche attraverso l’adozione di formule innovative (es. e-commerce) favorendo la specializzazione per i prodotti alimentari o artigianali tipici, prodotti biologici e/di qualità certificata, compresi quelli del settore pesca;
  • Attività artigianali per il recupero delle attività e dei prodotti della tradizione rurale locale;
  • Attività di produzione e servizio nel campo dell’innovazione tecnologica con particolare riferimento alle attività volte a favorire l’accessibilità alle tecnologie di informazione e comunicazione;
  • Attività di servizi collettivi rivolti alla popolazione rurale (trasporti, interventi per la tutela del territorio).

Il limite minimo di investimento ammissibile è pari a € 20.000,00 mentre il limite massimo di investimento ammissibile è di € 70.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico è pari al 60% dell’intero progetto elevabile al 70% se i beneficiari sono imprenditori giovani e donne.

Sono ammissibili i costi sostenuti per investimenti relativi a:

  • ristrutturazione e miglioramento di beni immobili strettamente necessari allo svolgimento dell’attività;
  • acquisto di nuovi impianti, macchinari, automezzi, attrezzature e forniture per lo svolgimento dell’attività;
  • acquisto di hardware, software inerenti o necessari all’attività;
  • creazione e/o implementazione di siti internet;
  • spese generali ai sensi dell’art. 45 paragrafo 2 del Reg. (UE) n. 1305/2013.

Il fondo destinato al sostegno delle Microimprese private, nelle prossime annualità, sarà ulteriormente rafforzato e quindi la misura 6.4.3., secondo gli intendimenti del Consiglio direttivo del GAL Trasimeno-Orvietano, potrà essere nuovamente attivata.

Il Bando con i relativi allegati è consultabile sul sito del GAL Trasimeno Orvietano www.galto.info

 

Riguardo a Gianni Fanfano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Carabinieri di Città della Pieve. In due giorni ritirate 4 patenti per guida in stato di ebbrezza Comunicato della Compagnia Carabinieri di Città della Pieve

(comunicato stampa) Sembra oramai dilagare il fenomeno di persone, soprattutto tra i più i giovani, ...