Città della Pieve. Fattorini (Pd) “Abbiamo spedito una lettera a chi ha partecipato alle primarie del Pd” Lettera elezioni. Una nota del Segretario Comunale PD Mario Fattorini

 (Riceviamo e pubblichiamo). In queste ore sta montando una forte polemica riguardo una lettera da me scritta in qualità di Segretario Comunale del Partito Democratico. Tale lettera, di cui sotto riporteremo per intero il testo in modo da evitare ogni tipo di fraintendimento, è semplicemente un invito al voto indirizzato a centinaia di cittadini in passato si sono recati ai seggi delle Primarie PD, dando prova di democrazia e partecipazione.

Tutti coloro che hanno partecipato alle Primarie hanno contestualmente sottoscritto l’adesione ai principi fondanti del Partito Democratico. Per questo ci sentiamo in assoluto dovere di richiamare a questi principi nel momento in cui si farà la scelta elettorale il giorno del 26 maggio, non solo in ambito locale ma anche e soprattutto a livello europeo, impegnandosi per la sconfitta delle forze sovraniste, populiste, antieuropeiste ed antidemocratiche.

Non vedo sinceramente dove sta la presa in giro al cittadino pievese.

L’inganno, eventualmente, sta nella pubblicazione da parte di terzi di una comunicazione riservata ai nostri sostenitori, verso i quali si usano toni condivisi a priori. A meno che la partecipazione al grande momento di democrazia delle Primarie da parte di qualche soggetto destinatario della lettera sia avvenuta con volontà inquinante del risultato o, ancor peggio, per dimostrare un’appartenenza fittizia, per fini privati e personali.

(sotto riportiamo per trasparenza e correttezza l’intero testo della lettera)

Il Segretario Comunale del Partito Democratico

Mario Fattorini

“Cara elettrice, caro elettore, 

mi rivolgo a te che hai votato alle ultime Primarie del Partito Democratico, dimostrando interesse e voglia di partecipazione alla vita sociale e politica di questo Paese ed in particolare del nostro territorio. 

Sta per avvicinarsi il 26 maggio, giorno in cui avranno luogo le elezioni comunali ed europee che vedranno migliaia di concittadini chiamati ad esprimere il proprio voto per la scelta del Sindaco di Città della Pieve e per il rinnovo del Parlamento UE. 

Come sempre le elezioni sono un momento importante per la vita democratica di un Paese, per questo ti chiedo una mano per aiutarci in questa campagna elettorale, che mai come questa volta sarà dura e complicata. Stanno infatti prendendo sempre più piede, sia a livello locale che nazionale, formazioni politiche che alimentano odio, rancore, divisione ed intolleranza. 

A Città della Pieve quest’anno abbiamo solo due liste. 

Da una parte la lista civica “Città della Pieve In Comune”, che vede come candidata Sindaco Simona Fabbrizzi, appoggiata da tutte le forze del centro sinistra unite. Dall’altra c’è una lista civica capeggiata da Fausto Risini, a cui danno sostegno le forze politiche di destra come la Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, oltre al Movimento 5 Stelle, che non ha presentato una propria lista. 

Dalla Liberazione fino ai giorni nostri Città della Pieve è stata governata da maggioranze di sinistra e centro sinistra, arrivando ad essere uno dei Comuni in cui si vive meglio in Umbria nonostante la crisi e le sempre maggiori difficoltà economiche. Un Comune portato da sempre come esempio di competenza e buona amministrazione che, con trasparenza ed onestà, ha sempre cercato di rispondere alle esigenze dei cittadini. 

Certo, questo non vuol dire che non ci sia ancora molto da lavorare. Città della Pieve può ancora crescere, e deve farlo. Proprio per questo ci presentiamo con una squadra rinnovata, che può dare una qualità diversa, una svolta alla nostra Città. Donne e uomini preparati e motivati, rappresentativi di molte anime della società civile delle Frazioni e del Capoluogo. Idee, entusiasmo, competenze e passione da mettere al servizio di tutta la collettività. 

Dobbiamo guardare al futuro con fiducia perché abbiamo un programma serio e concreto per un vero rilancio di Città della Pieve. Proposte realizzabili, non falsi promesse, affinché Città della Pieve diventi sinonimo di qualità, innovazione, sicurezza e sostenibilità. 

Apriamo una nuova partita. Possiamo farlo. Insieme, In Comune. 

Anche a livello nazionale ed europeo stiamo assistendo a pericolose derive populiste ed autoritarie. Un fenomeno da arginare con forza, per difendere la democrazia e la nostra libertà. 

Dobbiamo tornare in mezzo alla gente, ascoltarne i bisogni, dare risposte concrete. Per questo da qui al 26 maggio ti chiedo un piccolo impegno per non consegnare Città della Pieve alle destre e per fermare l’avanzata delle forze anti-europeiste nel nostro Paese. C’è bisogno dell’aiuto di tutti. 

Il segretario comunale PD Mario Fattorini”

Riguardo a Gianni Fanfano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Compagnia Carabinieri di Città della Pieve. L’attività svolta in occasione del Ferragosto 2019. Comunicato stampa del Comando Provinciale Carabinieri Perugia

Il Ferragosto appena trascorso è stato “caldo” sia da un punto di vista climatico sia ...