Città della Pieve. Città accessibile. Franco Pilato ringrazia Lettere al giornale

Sono un pievese costretto sulla carrozzina da un giovanile incidente stradale e con questo breve scritto intendo esprimere il mio più sentito ringraziamento per l’importante lavoro svolto a Città della Pieve dal Tavolo della Città accessibile. Ricordo ancora quando chiesi al Sindaco, Fausto Scricciolo, di rendere la città maggiormente fruibile ai disabili, si stava lavorando, con A.L.I.Ce. alla presentazione del mio scritto “Una rosa… rinascerà”, frutto degli incontri con la psicologa volontaria di questa Associazione, Chiara Cottini. Ed ho viva la sorpresa del momento in cui, durante l’iniziativa di presentazione, il Sindaco annunciò che l’Amministrazione aveva deliberato la costituzione di un Tavolo per rendere la città più accessibile.

Non avrei mai immaginato che in breve tempo il lavoro di volontari, Associazioni, tecnici, liberi professionisti, che hanno dedicato il proprio tempo per portare a compimento opere di abbattimento di barriere architettoniche e la realizzazione di agevolazioni per chi è portatore di difficoltà temporanee o permanenti, avesse condotto a tali risultati. Sono stati mappati edifici pubblici e messi in rete in modo tale che chiunque possa controllare difficoltà ed alternative di accesso, già prima di trovarsi nel luogo. Sono stati modificati i regolamenti con aggiunte favorenti la disabilità, sono stati sensibilmente aumentati i parcheggi per disabili, tanto per citare solo alcuni degli accorgimenti sollecitati dal Tavolo e messi in atto dall’Amministrazione. Un grande lavoro che ha visto operare insieme professionalità diverse provenienti dal mondo del Volontariato, dell’Amministrazione, della Scuola, di specifiche professionalità. Un particolare ringraziamento al Sindaco che ha ascoltato le istanze di chi è costretto a fare i conti con la disabilità, ed ha fatto sì che venissero messi in atto tutta una serie di accorgimenti, ad A.L.I.Ce. per l’impegno profuso in questa iniziativa, a tutti coloro che hanno creduto in questa opera e si sono impegnati per la sua messa in atto.

Un gesto di civiltà a più mani, un esempio concreto di cittadinanza attiva.

Mi auguro vivamente che la prossima Amministrazione porti avanti l’opera iniziata e sappia tenere alta la sensibilità nei confronti della “diversità”.

Franco Pilato

 

 

Riguardo a Gianni Fanfano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Domani 13 Giugno incontro al Ministero della Salute sull’Ospedale ed il Pronto Soccorso di Città della Pieve. Incontro promosso dal senatore Briziarelli con il sottosegretario Coletto. Saranno presenti i sindaci di Città della Pieve e di Montegabbione, Risini e Roncella.

Un incontro annunciato da tempo quello che avverrà domani al Ministero della Salute. Promosso dal ...