Chiusi. Un Cappuccetto Rosso visionario sul palco del Teatro Mascagni .

(Comunicato stampa)

Una stagione di successi e di pienoni, quella che sta animando il Teatro P. Mascagni di Chiusi, che apre di nuovo il portone di Via Garibaldi 30, a Chiusi, di domenica pomeriggio per uno spettacolo rivolto ai piccoli spettatori. Si intitola “THE WOLF – Cappuccetto Rosso” ed è il terzo spettacolo nel cartellone della Stagione ragazzi 2020 che Fondazione Orizzonti d’Arte, Fondazione Toscana Spettacolo Onlus e Comune della Città di Chiusi hanno fortemente voluto per il pubblico della città etrusca. L’evento è previsto per le 17:00 di domenica 1 Marzo 2020.

Michelangelo Campanale dirige un gruppo di danzatori-acrobati affrontando la più popolare tra le fiabe: Cappuccetto Rosso, che arriva da lontano e grazie alla scrematura del tempo racconta argomenti legati alla vita, in maniera semplice, ma esatta. Le relazioni tra i personaggi e la dinamica della storia si rivelano sulla scena attraverso il corpo, il linguaggio non parlato, ispirato all’immaginario dei cartoni animati di inizio ‘900; le luci, i costumi e le scene si compongono in una danza di simboli, citazioni pittoriche (Goya, Turner, Bosch, Leonardo da Vinci), che ridisegnano la fiaba con la semplicità di ciò che vive da sempre e per sempre.

Lo spettacolo mostra ai bambini, attraverso una delle fiabe più conosciuta al mondo, quello che l’educazione contemporanea tende ad attenuare, se non a nascondere, ovvero la dimensione tragica della vita, con la quale pur sono in contatto fin dalla più tenera età. Il protagonista è il lupo e lo spettatore viene invitato, pur rimanendo dei confini sicuri del c’era una volta e del vissero felici e contenti, ad entrare nella tana del lupo, a mettersi nei suoi panni di animale affamato, che ha deciso che Cappuccetto rosso è sua preda. Lo spettacolo ha vinto diversi premi, tra cui Premio festeba’ 2018, EOLO AWARD 2019 e il premio infogiovani young&kids al festival Internazionale del teatro e della scena contemporanea di Lugano.

Il posto unico costa cinque euro, omaggio per i bambini sotto i due anni. Per ulteriori informazioni sull’attività della Fondazione Orizzonti d’Arte è possibile chiamare al numero 345 9345475 o scrivere al l’indirizzo mail biglietteriafondazione@gmail.com. I biglietti degli spettacoli sono disponibili anche online su circuito ciaotickets.com

 

Riguardo a antoniodellaversana

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

Sarteano e le sue gemme tutte da scoprire: aperti musei e visite al Castello.

(Comunicato stampa) Una gestione unica per gli spazi museali, espositivi e convegnistica. Sono di nuovo ...