Chiusi. Il Cervantes secondo Alessandro Benvenuti e Stefano Fresi al Teatro Mascagni.

(Comunicato stampa)

Torna la grande commedia sul palco del Teatro Mascagni. Dopo aver chiuso il 2019 in bellezza, la Fondazione Orizzonti d’Arte, con Comune della Città di Chiusi e Fondazione Toscana Spettacolo Onlus, sono lieti di ricominciare la stagione invernale il 7 Gennaio 2020, con lo spettacolo Donchisci@tte, che vede sul palco Alessandro Benvenuti e Stefano Fresi. La compagnia incontrerà il pubblico di Chiusi nell’ormai consolidato format ATUPERTU, alle 18:30, nel ridotto Sala Roberto Carloncelli, al cui termine sarà aperto il buffet allestito dai ristoranti Grillo è Buoncantore, Pesce d’oro, Locanda delle Scuderie, il Cotton’s Bar e dalle Cantine Ravazzi. Alle 21:15 il sipario si aprirà sulla commedia Donchisci@tte di Nunzio Caponio, una produzione Arca Azzurra Produzioni. 

È una versione 2.0 della celebre opera di Cervantes quella che andrà in scena al Teatro Mascagni il 7 gennaio 2020. «La scelta di iniziare in prima persona e con una scrittura originale – ha dichiarato lo stesso Benvenuti – sposa l’idea di ricerca, di novità e a volte di rottura che ho voluto mettere nel calendario teatrale di quest’anno. Tanti linguaggi diversi per svelare il complesso e articolato mondo che è il teatro». Sul palco, un moderno Don Chisciotte, Benvenuti, che si interroga sull’oggi, sui social che distruggono le vere emozioni, sui governi che tendono a volere “zombie” al contrario, ossia vivi fuori e morti dentro; e che progetta, aiutato dal suo scudiero Stefano Fresi con vesti sgangheratamente complottiste e una spiritualità naif, una battaglia contro mulini a vento dei giorni nostri, mostri contro cui in qualche modo si deve sempre e comunque combattere. Tra dialoghi surreali, litigate e slanci d’amore, si intreccia così, fra loro, un rapporto che è diverso rispetto all’originale. Una storia profonda dalle infinite chiavi di lettura che supera i confini della comicità interpretata magistralmente dai due attori diretti da Davide Iodice con scene di Tiziano Fario e costumi di Daniela Salernitano.

Per informazioni sui biglietti è possibile chiamare al numero 345 9345475 o scrivere al l’indirizzo mail biglietteriafondazione@gmail.com. Si può fare riferimento agli stessi contatti per prenotare il buffet di auguri che sarà allestito al termine dello spettacolo presso il ridotto del Teatro Mascagni, Sala Roberto Carloncelli, al costo di 8 € per gli abbonati e 10 € per i non abbonati, frutto della collaborazione tra Fondazione Orizzonti d’Arte e Cotton’s Bar, Il Grillo è Buoncantore, Il Pesce d’Oro, la Locanda delle Scuderie e le Cantine Ravazzi. I biglietti dello spettacolo sono disponibili anche online su circuito ciaotickets.com 

Riguardo a antoniodellaversana

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

Fossili, acqua e archeologia industriale, il Trasimeno riscopre le sue radici. Il 26 e 27 settembre, per le Giornate europee del patrimonio, sette eventi tra Castiglione, Piegaro, Paciano e Polvese organizzati da “Faro”.

(Comunicato stampa) Dalla miniera di lignite di Pietrafitta all’ex aeroporto “Eleuteri”, passando per le bellezze ...