Chiusi. Continua tra i sold-out il Festival Orizzonti 2020

Con la rappresentazione “Workaround” di Francis Pardeilhan con i Semidarte2.0, e lo spettacolo “La Vita Salva” di Silvia Frasson.
Continua tra gli applausi la diciottesima edizione del Festival Orizzonti. Dopo la giornata di mercoledì 5 agosto, caratterizzata dai sold-out in tutti gli spettacoli in programma, si prosegue nella giornata di giovedì con altri due spettacoli, fortemente voluti dal direttore artistico Gianni Poliziani.

Nella giornata del 6 agosto, si fa spazio al risultato dei percorsi formativi che Francis Pardeilhan ha impostato, nelle ultime due settimane, assieme alla compagnia di giovani teatranti chiusini Semidarte2.0. Alle 18:00, presso il chiostro di San Francesco, va in scena “Workaround, uno studio sulla distanza che unisce”, dove per “workaround” si intende “una soluzione alternativa per risolvere un problema”. «“Workaround” è un laboratorio teatrale di quindici giorni, un viaggio alla ricerca di risposte a queste domande nel tentativo di aggirare le difficoltà» spiega Pardeilhan, «Lavorando per esclusione, abbiamo cercato di trasformare i vari disagi in punti di forza: punti di forza inaspettati che ci aprono nuove prospettive di lavoro futuro». Lo spettacolo vede in scena Pietro Carloncelli, Fabio Forcucci, Noemi Lo Bello, Carlotta Margheriti, Claudia Pronti e Andrea Storelli, e andrà in replica sabato 8 agosto, sempre presso il chiostro di San Francesco alle 18:30.

Alle 21:30 è la volta di Silvia Frasson, che presso la tensostruttura di San Francesco, va in scena con lo spettacolo “La Vita Salva”: una produzione Tedavi’98, in collaborazione con il festival Montagne racconta e il patrocinio di A.I.D.O. Toscana. La storia è l’incrocio di più storie, di più vite, di più personaggi. Ne seguiamo col fiato sospeso l’avvicendarsi, la trama si snocciola piano piano, si scopre pezzo dopo pezzo e lascia in apnea il pubblico. Anche questo spettacolo sarà replicato Domenica 9 Agosto presso la tensostruttura di San Francesco, alle 18:30.

Per tutte le serate del festival sarà allestito in Piazza del Comune “Il DopoFestival”, a partire dalle 22:00, organizzato dai ristoratori di Chiusi in collaborazione con birrifici e cantine selezionati. Il dopofestival di Giovedì 6 Agosto sarà dedicato alla pizza, con Seasons Restaurant e il Birrificio Olmaia.

Le misure igienico-sanitarie per il contenimento del Covid-19 sono state non solo messe in atto minuziosamente, ma anche sfruttate dalla direzione artistica per rendere ancora più forte l’esperienza dello spettatore. L’organizzazione della Fondazione Orizzonti d’Arte è stata molto attenta nel rispetto assoluto delle norme igienico-sanitarie di prevenzione per il COVID-19, in tutti gli spazi in cui si svolgerà la manifestazione. Pertanto è necessario che i biglietti per gli spettacoli siano acquistati prima dell’evento, presso la biglietteria della Fondazione Orizzonti d’Arte, in Via Porsenna 81. Non sarà possibile acquistare il biglietto all’ingresso degli spettacoli. I biglietti sono obbligatori per tutti gli eventi, anche quelli a ingresso gratuito.

L’acquisto dei biglietti dovrà essere fatto direttamente presso la biglietteria della fondazione negli orari di apertura, dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00, oppure scrivendo a biglietteriafondazione@gmail.com o anche online su www.ciaotickets.com.

Riguardo a redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

Panicale. Il nuovo format anti-Covid di “Fili in Trama” ha fatto centro.

(Comunicato stampa) L’ottava edizione di “Fili in Trama” a Panicale, nonostante tutte le limitazioni dovute all’emergenza ...