Chiusi. Bilancio. C’è l’ok del mondo economico e produttivo Tutte le organizzazioni sindacali e le associazioni di categoria sottoscrivono le politiche strutturali del bilancio del Comune.

Le linee politiche ed economiche del bilancio di previsione 2018 del Comune di Chiusi hanno incassato il parere favorevole di tutte le sigle sindacali e delle Associazioni di Categoria. Le OO. SS. CGIL, CISL e UIL con i rispettivi sindacati pensionati SPI CGIL, FNP CISL, UILP UIL e le Associazioni di Categoria: Confindustria Toscana Sud, CNA Siena, Cia Siena, Confartigianato Siena, Confcommercio Siena, Confesercenti Siena hanno firmato un protocollo frutto della concertazione sulle politiche strutturali del bilancio.

Il Comune di Chiusi è, quindi, riuscito a condividere l’impostazione del nuovo bilancio soddisfacendo le diverse sensibilità ed esigenze (dalla CGIL alla Confindustria) in un unico documento economico/finanziario che rispecchierà l’azione amministrativa futura. Tra i principali punti che hanno permesso di raggiungere questo importante e non scontato risultato, le politiche fiscali e tariffarie che, tra le varie misure, prevedono l’eliminazione dell’IMU agricola, il mantenimento dell’addizionale IRPEF con l’esenzione per tutti i redditi inferiori a 10 mila euro (bonus che riguarderà 2161 cittadini) e la conferma di tutte le tariffe per i servizi a domanda.

Altre macroaree importanti sono le “Politiche sociali e sanitarie” (dove è prevista una particolare attenzione per l’erogazione di servizi in linea alle esigenze della cittadinanza) e le “Politiche abitative” per le quali il Comune si impegnerà a raddoppiare la compartecipazione per il contributo affitti rispetto allo scorso anno. Per quanto riguarda il lavoro è stato giudicato di particolare valore l’operazione di alienazione dell’area produttiva dell’ex Centro Carni che vedrà un investimento totale stimato tra i 28 e i 31 milioni di euro nonché l’impiego di circa 20 persone.

Sul fronte delle “Politiche Educative” particolare apprezzamento è stato manifestato per il mantenimento delle tariffe, degli orari e dei mesi di apertura del Nido d’infanzia nonché i futuri investimenti che consolideranno la rete dei servizi educativi grazie a 19 mila euro derivanti dal Fondo nazionale per il Sistema integrato di educazione e di istruzione, istituito i con decreti attuativi della Riforma 0-6 della Legge Buona Scuola.

Sul commercio è stata confermata la riduzione, fino al 40%, dell’importo relativo all’occupazione temporanea del suolo pubblico per le attività di somministrazione assistita. Una particolare attenzione è stata rivolta al turismo e al centro storico che dovranno essere valorizzati con strategie di area come il “Distretto Etruria” o il piano turistico triennale dell’Unione dei Comuni; su questo tema un ruolo importante lo giocherà anche il procedimento in corso per la valorizzazione dell’immobile dell’ex Foresteria Palazzo Paolozzi.

Anche il capitolo dello sport rivestirà un ruolo strategico con il completamento dei lavori del palasport in località Pania e della viabilità di accesso e anche del “Campo Sportivo Frullini nonché con il supporto alle varie realtà sportive della Città sia come momento di aggregazione ludica e sociale sia per incentivare una vita corretta e sana.

“Siamo molto soddisfatti della condivisone che abbiamo ottenuto sui principi politici del nostro bilancio – dichiara il sindaco Juri Bettollini – l’attività di concertazione che ogni anno facciamo con i sindacati e le associazioni di categoria rappresenta un valore aggiunto unico della nostra città perché, insieme, continuiamo a credere nell’importanza del confronto, della condivisione e nella rappresentanza delle diverse sensibilità, con l’unico scopo di giungere sempre ad un percorso condiviso che possa rappresentare al meglio le esigenze ed i bisogni di tutto il tessuto chiusino. Il documento che è stato condiviso e, quindi, il risultato raggiunto non può essere considerato scontato perché si tratta di un protocollo corposo, di molte pagine, che evidenzia, analizza ed entra nel merito di tutti gli aspetti che caratterizzeranno il nostro bilancio. Per tutto questo il nostro ringraziamento non può che andare ai rappresentanti dei sindacati e delle associazioni per la sensibilità e la passione dimostrata nei confronti della città” In vista del consiglio comunale, che sarà chiamato ad approvare il bilancio di previsione 2018, proseguono anche gli incontri con i cittadini per condividere le scelte economiche e finanziarie della città. I prossimi appuntamenti in programma: martedì 30 ore 21.15 alla Misericordia di Chiusi Scalo; mercoledì 31 ore 21.15 alla sede ex Readytec; lunedì 5 febbraio ore 17.00 alla sede CGIL di Chiusi Scalo e lunedì 5 febbraio ore 21.15 alla sede della Pubblica Assistenza.

Ufficio Comunicazione Comune di Chiusi

 

Riguardo a redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

M5Stelle Panicale “Il secondo martirio di San Sebastiano” Comunicato stampa del M5S Panicale MeetUp Panicale.Tavernelle

Il luogo dove si consuma il secondo martirio di San Sebastiano, forse l’ennesimo, e’ a ...