Chiusi. 150 anni per la Biblioteca Comunale Nascita che avvenne nel lontano 1869.

La Biblioteca Comunale della Città di Chiusi ha compiuto i suoi primi centocinquanta anni dalla fondazione, che avvenne nel lontano 1869. Per festeggiare la prestigiosa ricorrenza è stata organizzata un’esposizione di alcuni libri antichi facenti parte del fondo antico che rimarranno in mostra fino al 23 febbraio presso il terzo piano della Casa della Cultura, negli orari di apertura della Biblioteca. Nello specifico si tratta di alcune Cinquecentine (libri pubblicati nel XVI secolo) due Seicentine e alcuni esemplari pubblicati nel Settecento. I libri in mostra sono stati scelti perché ciascuno riporta delle particolarità come note di possesso, errori nella stampa, note manoscritte o “marginalia”. Sono esposti, inoltre, anche documenti dell’archivio storico comunale e uno dei più interessanti riguarda il verbale numero 13 della deliberazione del Consiglio Comunale di Chiusi del 30 gennaio 1865 dove si attesta già la costituzione (4 anni prima della data ufficiale) della Biblioteca della Città di Chiusi. Nel verbale (accolto all’unanimità) si legge “Accogliendo le offerte di diversi cittadini di donare le proprie librerie, onde istituire una Pubblica Biblioteca a decoro e lustro della loro Città purché il Comune somministri i locali occorrenti, ed aggiunga agli oneri dell’Archivista l’altro di Bibliotecario, essi signori adunati incaricano il sig. Gonfaloniere delle pratiche occorrenti, onde condurre, adatto tale pensiero e reperire quindi al Consiglio il modo d’attuazione”

“Siamo molto orgogliosi della nostra Biblioteca – sottolineano il sindaco Juri Bettollini e il vicesindaco Chiara Lanari – per la nostra Città è un punto di riferimento e nel corso degli anni abbiamo scelto di valorizzarla, rendendola ancora più aperta ed accessibile a tutti, grandi e piccoli. La biblioteca, che conta oggi oltre 17.000 volumi, offre servizi gratuiti e fa parte di Redos, ha subito spostamenti nel corso degli anni ed oggi è sita presso la Casa della Cultura in Piazza Vittorio Veneto, in centro storico. Sono nati lo spazi bimbi, il settore multimediale e l’archivio storico (con il suo inventario), dove sono conservati alcuni documenti dal valore inestimabile che contengono molte centinaia di pagine della storia della nostra Città e del nostro territorio.”

La Città di Chiusi è per il secondo anno consecutivo “Città che legge”, titolo conferito dal Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e, grazie alla collaborazione con varie associazioni, realizza ogni anno iniziative volte alla diffusione della lettura come “Libriamoci”, rassegna giunta alla settima edizione, tutt’ora in corso, con una belle partecipazione di volontari e pubblico. E’ stato, inoltre, da poco inaugurato un punto prestito presso lo spazio sezione soci Coop a Chiusi Scalo, aperto ogni primo mercoledì del mese, dalle ore 17 alle ore 19. In più la Biblioteca Comunale della Città di Chiusi aderisce al servizio medialibrary on line (la biblioteca digitale aperta ventiquattr’ore su ventiquattro grazie alla quale si possono sfogliare quotidiani, riviste on line e e-book). Per tutte le info è attivo, oltre alla pagina sul sito istituzionale del Comune della Città di Chiusi (www.comune.chiusi.si.it) un sito internet dedicato www.bibliochiusi.it ed una pagina facebook “Biblioteca Comunale e Informagiovani Città di Chiusi”.

Ufficio Comunicazione Comune di Chiusi

Riguardo a redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Fabro. I ragazzi dell’IPAA a sostegno della protesta del popolo sardo Una iniziativa degli allievi dell’Istituto agrario B. Marchino.

 La lotta dei pastori sardi che sta movimentando la scena politica  nazionale è sbarcata anche ...