Castiglione. Batino e Sebastianelli “Primarie. Grande partecipazione e una lezione di democrazia” Le dichiarazioni dei segretari comunali e comprensoriali del PD

(AKR) ” Per la seconda volta da Castiglione del Lago una lezione di democrazia e grande partecipazione. E’ questo il risultato più forte ed evidente delle primarie aperte organizzate dal locale partito democratico che ha coinvolto quasi un quarto dell’elettorato in un clima sereno e costruttivo.” – Così il commento del sindaco uscente (nonché segretario del PD Trasimeno) Sergio Batino –

Grazie ai tanti cittadini che si sono mobilitati dando valore e serietà alla politica che deve essere cosa di tanti e non di pochi, grazie ai candidati che con impegno e senza mai degenerare hanno sostenuto le loro proposte per il futuro del nostro comune e del Trasimeno, grazie al partito Democratico di Castiglione del Lago che ha bene saputo gestire l’iniziativa ed al quale spetta ora il compito più delicato di stringere intorno al vincitore tutte le sue componenti.

Un lavoro di squadra e soprattutto un grande approfondimento con il territorio delle tematiche che riguardano sviluppo, crescita, sicurezza e coesione sociale. Infatti, pur nelle differenze, ogni candidato ha espresso un programma e delle idee da portare come contributo a tutta la coalizione per affrontare la campagna elettorale vera e propria della prossima primavera.

Quantità e qualità sia di candidati che di proposte programmatiche che si sono fuse insieme ed hanno portato al grande risultato di partecipazione di domenica scorsa. Una esperienza che potrà essere di esempio anche per gli organismi regionali del PD, i quali hanno avallato il nostro modo di interpretare la politica, con il pieno coinvolgimento dal basso della base, dei simpatizzanti, dei volontari e di tutti coloro che hanno a cuore questo territorio.

Congratulazioni al vincitore Matteo Burico e onore e merito agli altri partecipanti Alessio Meloni e Mariella Spadoni, nella consapevolezza che c’è bisogno di tutti per le prossime scadenze elettorali e che solo uniti si potrà respingere una destra disattenta ai temi sociali ed incapace di costruire sviluppo. Le vicende nazionali dimostrano che con le promesse irreali e le parole forti non si aiuta il paese ma lo si mette in crisi e noi abbiamo il dovere di impedire che questo accada anche al nostro comune ed al resto dell’Umbria.”

 

Anche la segretaria del PD di Castiglione del Lago Maria Laura Sebastianelli esulta: «Ieri si è celebrata la festa del Partito Democratico, una prova di democrazia con 2444 persone che hanno partecipato scegliendo il proprio candidato per la prossima sfida del 26 maggio; partecipazione notevole, con un’affluenza superiore di oltre 150 votanti rispetto a 5 anni fa: credo che questo sia il dato importante da evidenziare».

Sebastianelli sottolinea il grande spessore dei tre candidati. «Questo successo è frutto e merito certamente di tre candidati che hanno lavorato in queste primarie con preparazione, impegno e serietà: come segretario dell’Unione Comunale del PD mi sento di ringraziare vivamente per aver anteposto, nonostante la competizione, il partito alla competizione e per questo faccio le congratulazioni a Matteo Burico per la vittoria, ma ringrazio e mi complimento con Alessio Meloni e Mariella Spadoni per quanto fatto in questo periodo delle primarie. Adesso inizia una nuova fase in cui tutti insieme dobbiamo lavorare per il Partito Democratico che, dalla partecipazione di ieri, esce rilanciato. I consensi espressi con l’alta partecipazione di ieri vanno comunque consolidati e aumentati, tenendo conto da oggi che parte una fase di rinnovamento e contestualmente di consolidamento della coalizione di centrosinistra, affinché sia sempre più ampia; soprattutto non dobbiamo dimenticarci di ascoltare con attenzione la cosiddetta “società civile”».

Riguardo a redazione

5 commenti

  1. Sono molto contenta se si riuscisse a far passare due treni al giorno per la stazione di Chiusi ,io e so che sarebbe una ventata di opportunità anche per chi viaggia poco e una boccata d’ossigeno per l’economia per tutto il territorio ringrazio le persone che si stanno interessando per il problema ,invito Sidaci e. Chi. Ha. delle responsabilità di essere presenti e partecipare alla riuscita Anna Stefani

  2. luciano fiorani

    Assolutamente condivisibile quello che afferma il signor Orefice (che non conosco). “Di qua e di la dal fosso”, ovviamente, la situazione è identica.
    Quanto ai due treni alta velocità visti semplicisticamente come il toccasana della nostra emarginazione nei collegamenti ferroviari, fa un po’ ridere.
    Due treni veloci contro l’isolamento? E quali sarebbero le mete raggiungibili e in che orario?
    Insomma siamo, come al solito, alle suggestioni. I problemi accumulati sono ormai di tale portata che siamo ridotti ad affidarci ai detti della saggezza popolare, secondo cui, ogni meglio è meglio.
    Ma più in la non si va.

  3. Rodrigo

    La risalita del poggio fa ridere tutti ad esclusione dell’amministrazione stessa, un pulman elettrico sarebbe buona cosa, ma non soltanto per portare gente dal basso al centro, Batino dovrebbe fare uno studio anche delle frazioni e fare un pulmino che passi per esse in virtù alle esigenze, conosco persone che pagano 30 o 40 euro a colpo da Porto a Castiglione del lago perché devono fare una visita.

  4. Paolo Scattoni

    È una situazione del tutto paradossale. Invece di pensare un collegamento veloce da Perugia ad Arezzo e da Perugia a Chiusi nell’arco della giornata si spende una cifra incredibile. Parlo di collegamenti Perugia-Arezzo e Perugia-Chiusi perché da Arezzo e da Chiusi si potrebbero “agganciare” l’alta velocità. Un tempo si parlava di un collegamento Perugia Chiusi con un investimento minimo (la famosa proposta di Panettoni di alcuni anni fa) si sarebbe potuto avere un collegamento al di sotto dei 30 minuti.

  5. remo

    Non ci sono commenti per questa “cena”conviviale di personalita’ che dovrebbero andare a fare meno danni altrove ed invece ancora pontificano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Fabro. I ragazzi dell’IPAA a sostegno della protesta del popolo sardo Una iniziativa degli allievi dell’Istituto agrario B. Marchino.

 La lotta dei pastori sardi che sta movimentando la scena politica  nazionale è sbarcata anche ...