Batino alla Lega “Falso. Invito i cittadini a visitare il Parco Rasetti” Dura risposta del Sindaco castiglionese alla Lega locale.

(AKR) «È totalmente falso che il Parco Rasetti, davanti alle scuola primaria di Castiglione, sia degradato, sporco e trascurato: invito tutti i cittadini a visitarlo per farsi personalmente un’opinione in merito». Non si fa attendere la risposta del sindaco Sergio Batino all’attacco della Lega di Castiglione del Lago che ha promosso una petizione per denunciare un “dissenso popolare” e sollecitare interventi di manutenzione.

«La strumentalizzazione politica da parte di due esponenti della Lega di Salvini, non a caso a pochi mesi dalle elezioni comunali – prosegue Batino – è totalmente fuori luogo in un’area frequentatissima nei pomeriggi dopo la scuola e soprattutto il sabato e la domenica da centinaia di bambini accompagnati da genitori e nonni. Un’area bella, piena di sole, con un prato sempre ben curato dalla squadra del verde comunale, con cassonetti costantemente svuotati e con giochi in legno che recentemente sono stati rimessi a nuovo. Manca sicuramente qualche panchina e stiamo anche progettando la costruzione di una fontanella, ma l’area è complessivamente molto ben tenuta. Vorrei solo invitare i proprietari di cani, una minoranza va detto, a ripulire le deiezioni dei loro animali per evitare che bambini e adulti ne vengano a contatto. La bellezza del parco è sotto gli occhi di tutti, tranne di coloro che ne vorrebbero fare un “campo di battaglia” elettoralistico. Mi dispiace per loro ma la maggioranza dei cittadini si fa una propria idea ogni giorno frequentando la nostra splendida area verde»

Riguardo a redazione

5 commenti

  1. Sono molto contenta se si riuscisse a far passare due treni al giorno per la stazione di Chiusi ,io e so che sarebbe una ventata di opportunità anche per chi viaggia poco e una boccata d’ossigeno per l’economia per tutto il territorio ringrazio le persone che si stanno interessando per il problema ,invito Sidaci e. Chi. Ha. delle responsabilità di essere presenti e partecipare alla riuscita Anna Stefani

  2. luciano fiorani

    Assolutamente condivisibile quello che afferma il signor Orefice (che non conosco). “Di qua e di la dal fosso”, ovviamente, la situazione è identica.
    Quanto ai due treni alta velocità visti semplicisticamente come il toccasana della nostra emarginazione nei collegamenti ferroviari, fa un po’ ridere.
    Due treni veloci contro l’isolamento? E quali sarebbero le mete raggiungibili e in che orario?
    Insomma siamo, come al solito, alle suggestioni. I problemi accumulati sono ormai di tale portata che siamo ridotti ad affidarci ai detti della saggezza popolare, secondo cui, ogni meglio è meglio.
    Ma più in la non si va.

  3. Rodrigo

    La risalita del poggio fa ridere tutti ad esclusione dell’amministrazione stessa, un pulman elettrico sarebbe buona cosa, ma non soltanto per portare gente dal basso al centro, Batino dovrebbe fare uno studio anche delle frazioni e fare un pulmino che passi per esse in virtù alle esigenze, conosco persone che pagano 30 o 40 euro a colpo da Porto a Castiglione del lago perché devono fare una visita.

  4. Paolo Scattoni

    È una situazione del tutto paradossale. Invece di pensare un collegamento veloce da Perugia ad Arezzo e da Perugia a Chiusi nell’arco della giornata si spende una cifra incredibile. Parlo di collegamenti Perugia-Arezzo e Perugia-Chiusi perché da Arezzo e da Chiusi si potrebbero “agganciare” l’alta velocità. Un tempo si parlava di un collegamento Perugia Chiusi con un investimento minimo (la famosa proposta di Panettoni di alcuni anni fa) si sarebbe potuto avere un collegamento al di sotto dei 30 minuti.

  5. remo

    Non ci sono commenti per questa “cena”conviviale di personalita’ che dovrebbero andare a fare meno danni altrove ed invece ancora pontificano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Premio letterario Vittoria Aganoor Pompilj “L’amicizia ritrovata” è il tema dell’edizione 2019 La cerimonia di premiazione nell’ambito del Festival delle Corrispondenze, dal 5 all’8 settembre a Monte del Lago 

 Valorizzare la bellezza delle corrispondenze epistolari di ogni epoca, attraverso il lavoro di scrittori, studiosi, ...