Banda ultra larga in provincia di Siena. Disponibile da subito la fibra di Open Fiber a San Casciano dei Bagni

 Dopo le grandi città finalmente anche gli abitanti dei piccoli borghi possono usufruire della banda ultra larga con la rete disponibile da subito. A San Casciano ai Bagni si può infatti ora accedere al servizio che permette di navigare fino a 1 Gbps (Gigabit al secondo) in modalità FTTH (Fiber to the home), cioè con la fibra ottica che entrerà direttamente nelle case, nelle scuole, nelle aziende e negli uffici pubblici. La società guidata da Elisabetta Ripa sta infatti realizzando nelle cosiddette “aree bianche” oggetto dei tre bandi Infratel, società in house del Ministero dello Sviluppo Economico, un’infrastruttura che punta a ridurre il divario digitale fornendo servizi di connettività a banda ultra larga in oltre 9 milioni di abitazioni in tutta Italia.

Il Sindaco Agnese Carletti ha commentato : “La rinascita dei nostri borghi parte da qui. Siamo pronti a fare il salto nel futuro con lo streaming online in HD e 4k, il telelavoro, la telemedicina e le tante altre opportunità generate dalla rete FTTH costruita da Open Fiber, che abilita una vera rivoluzione digitale
Manca ancora la copertura delle case sparse ma quasi ci siamo. Grazie al bando ministeriale e al lavoro della Regione Toscana ora siamo pronti a fare il salto nel futuro con lo streaming online in HD e 4k, il telelavoro, la telemedicina e le tante altre opportunità generate dalla rete FTTH costruita da Open Fiber, che abilita una vera rivoluzione digitale – afferma il Sindaco di San Casciano dei Bagni, Agnese Carletti – e per noi rappresenta una grande opportunità, che darà modo di poter vivere e lavorare, ed avere anche l’assistenza sanitaria più evoluta, penso alla telemedicina, in un territorio che offre un ambiente naturale eccezionale, tra i più verdi ed incontaminati della Toscana, oltre ad uno dei complessi termali più moderni e rinomati”.

Nel comune di San Casciano dei Bagni, Open Fiber ha realizzato una nuova rete che vede al momento 1086 unità immobiliari con il servizio già disponibile per i clienti attraverso un’infrastruttura che rimarrà di proprietà pubblica e sarà gestita in concessione dall’Azienda per 20 anni. Complessivamente, il piano coinvolge oltre 7 mila comuni in tutta Italia. I lavori hanno visto la posa di oltre 22 mila metri di fibra privilegiando il riutilizzo di cavidotti già esistenti in modo da non dover scavare su strada. Per raggiungere alcune delle abitazioni più sparse Open Fiber sta progettando collegamenti in FWA (Fixed wireless access). La rete FTTH è capillare, pervasiva e a prova di futuro. Basata su un’architettura moderna, aperta ed efficiente con l’obiettivo di abbattere finalmente il digital divide.

Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di mercato interessati. I clienti interessati non dovranno far altro che contattare un operatore (tra quelli  presenti sul sito www.openfiber.it)  scegliere il piano tariffario e navigare a una velocità impossibile da raggiungere con le attuali reti in rame o miste fibra-rame. Quando l’utente ne farà richiesta, l’operatore selezionato contatterà Open Fiber, che a quel punto fisserà un appuntamento con il cliente, con l’obiettivo di portare la fibra ottica dal pozzetto stradale fin dentro l’abitazione. Al termine dell’operazione, l’utente sarà pronto a navigare alla velocità di 1 Gigabit al secondo, e beneficiare di servizi – come ha sottolineato il Sindaco Agnese Carletti – come lo streaming online in HD e 4k, il telelavoro, la telemedicina, e di tante altre opportunità generate dalla rete FTTH costruita da Open Fiber, che abilita una vera rivoluzione digitale.

Comunicato stampa congiunto Comune di San Casciano dei Bagni – Open Fiber

Riguardo a redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

Bettollini “Umbria strategica per la fermata Frecciarossa a Chiusi”

Il sindaco di Chiusi interviene sulla questione del collegamento Perugia-Chiusi