Assessori regionali: le deleghe e le competenze

dall’Agenzia Umbria Notizie

“Ho nominato la nuova Giunta regionale affidando ai cinque membri delle deleghe coerenti con la strategia programmatica e le priorità che avremo di fronte a noi in questa legislatura, il cui obiettivo principale è quello della crescita e dell’innovazione della nostra regione”.

E’ quanto affermato dalla presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, che ha firmato questa mattina i decreti di nomina del nuovo esecutivo regionale, sottolineando come ciò sia avvenuto “a soli nove giorni dalla proclamazione degli eletti e come seconda tra le sette regioni che sono andate al voto lo scorso 31 maggio”. La presidente ha anche sottolineato la particolarità della data di nomina della nuova Giunta regionale, il 20 giugno, doppia ricorrenza di liberazione della città di Perugia, nel 1859 dal dominio Pontificio, e nel 1944 dall’occupazione nazifascista. “Il principio che mi ha ispirato nella scelta dei nuovi assessori – ha affermato Marini – è stato quello che richiede alla politica di riassumere su di sé le funzioni di scelta e di coordinamento delle azioni di governo. Questo esecutivo segna anche il superamento di una modalità di concertazione con il resto delle autorità locali di governo, le forze sociali ed economiche. Vorremmo, infatti, avviare una modalità innovativa ed originale nel confronto con il corpo della società regionale, seguendo modalità che siano più coerenti con la necessità di assumersi la responsabilità delle scelte delle azioni programmatiche, ed anche della verifica del raggiungimento degli obiettivi”. La presidente ha inoltre informato che nei prossimi giorni – presumibilmente il 29 giugno – si svolgerà la prima riunione di insediamento della Giunta regionale. Infine, prima di augurare buon lavoro ai nuovi membri della Giunta regionale la presidente Marini ha voluto rinvolgere un saluto ed un ringraziamento ai componenti del vecchio esecutivo, Fabrizio Bracco, Carla Casciari, Vincenzo Riommi, Silvano Rometti, Stefano Vinti.

Queste le deleghe e le competenze degli assessori regionali e della presidente

Catiuscia Marini, Presidente

 marini

La Presidente della Giunta regionale, responsabile della direzione politica della Giunta e dell’attività di indirizzo e di coordinamento, ha diretta competenza in materia di: Programmazione strategica generale, controllo strategico e coordinamento delle Politiche Comunitarie. Rapporti con il Governo e con le Istituzioni dell’Unione Europea. Intese Istituzionali di Programma e accordi di programma quadro. Bilancio e risorse finanziarie. Programmazione europea e politica di coesione, fondi strutturali. Protezione civile, programmi di ricostruzione e sviluppo delle aree colpite da calamità naturali. Relazioni internazionali, cooperazione allo sviluppo, politiche per la pace. Politiche di parità di genere e antidiscriminazione. Rapporti con le Università e i Centri di Ricerca. Promozione ed internazionalizzazione dell’Umbria. Coordinamento degli interventi per la sicurezza dei cittadini.

Assessori regionali:

Fernanda Cecchini

cecchini

Deleghe e competenze: assessore alla qualità del territorio e del patrimonio agricolo, paesaggistico, ambientale dell’Umbria, cultura Politiche agricole e agroalimentari. Sviluppo rurale. Programmazione forestale e sviluppo della montagna. Promozione sistemi naturalistici, aree protette e Parchi. Rapporti con l’Agenzia forestale dell’Umbria. Rapporti con l’Agenzia regionale per l’ambiente (ARPA). Tutela e valorizzazione ambiente. Prevenzione e protezione dall’inquinamento. Piano regionale rifiuti. Rischio idraulico, pianificazione di bacino, ciclo idrico integrato, cave, miniere ed acque minerali. Energia da fonti rinnovabili. Politiche del paesaggio e programmazione urbanistica. Caccia e pesca. Beni e attività culturali. Politiche dello spettacolo. Associazionismo culturale. Grandi manifestazioni e festival. Qualità della risorsa Umbria.

Antonio Bartolini

bartolini

 

Deleghe e competenze: assessore alle riforme, all’innovazione della Pubblica Amministrazione regionale, alle risorse umane e patrimoniali, attuazione agenda digitale, istruzione e diritto allo studio Riforme della Pubblica Amministrazione e istituzionali. Società partecipate e Agenzie regionali. Attuazione riforma delle Province. Servizi pubblici locali e riforme endoregionali. Politiche della sicurezza urbana (l.r. 13/2008) e Polizia locale. Innovazione e Agenda digitale. Risorse umane e organizzazione dell’Ente. Risorse patrimoniali. Istruzione e sistema formativo integrato. Diritto allo studio. Edilizia scolastica. Riforme istituzionali e semplificazione. Coordinamento e politiche di formazione con la Scuola Umbra di Amministrazione pubblica.

Luca Barberini

barberini

Deleghe e competenze: assessore alla coesione sociale e Welfare Tutela e promozione della salute. Programmazione e organizzazione sanitaria ivi compresa la gestione del patrimonio immobiliare sanitario. Sicurezza dei luoghi di lavoro. Sicurezza alimentare. Politiche e programmi sociali (Welfare). Politiche familiari, per l’infanzia e per i giovani. Politiche immigrazione. Cooperazione, associazionismo e volontariato sociale. Rapporti con l’Assemblea legislativa regionale.

Giuseppe Chianella

chianella

Deleghe e competenze: assessore alle infrastrutture, ai trasporti, alla riqualificazione urbana e valorizzazione delle città Riqualificazione urbana e centri storici. Infrastrutture, trasporti e mobilità urbana. Rapporti con le società di trasporto pubblico e con l’Agenzia regionale per la Mobilità e per il Trasporto Pubblico Locale.

Fabio Paparelli

Vicepresidente della Giunta regionale

paparelli

Deleghe e competenze: assessore alla competitività delle imprese, innovazione sistema produttivo, lavoro e formazione Politiche per la competitività e crescita del sistema economico-produttivo regionale. Economia. Commercio, turismo e terziario innovativo. Tutela dei consumatori. Politiche industriali, innovazione del sistema produttivo, politiche per artigianato e cooperazione. Politiche del credito. Politiche per la creazione di impresa e start up. Coordinamento e attuazione Agenda urbana. Infrastrutture tecnologiche e diffusione banda larga, superamento divario digitale. Energia. Formazione professionale. Politiche attive del lavoro. Sport, impiantistica sportiva ed associazionismo sportivo. Rapporti con le agenzie Sviluppumbria e Gepafin.

Riguardo a Gianni Fanfano

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

Città della Pieve. Referendum. SI 67%, No 32%

Questi i risultati del referendum a Città della Pieve, sulla riduzione dei parlamentari,  divisi per ...