AFT. Il dubbio su Città della Pieve, era legittimo. Arriva la rettifica di Barberini Precisazione dell'assessore ad un consigliere comunale.

Avevamo visto giusto. Nella prima stesura grafica e nella prima comunicazione on line, Città della Pieve, non era presente tra le sedi delle AFT. Poi dopo il nostro articolo ed alcuni contatti istituzionali è arrivata la rettifica. Città della Pieve è sede di Aft. Pare si sia trattato di un disguido. Meglio così. Ma mai abbassare la guardia! (g.f)

(aun) -Sono state accolte positivamente dai cittadini le AFT (Aggregazioni funzionali territoriali) attivate in Umbria da alcuni mesi e presentate ufficialmente sabato scorso, in un incontro pubblico presenti la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, l’assessore alla Salute, alla Coesione sociale e al Welfare, Luca Barberini, il direttore regionale Salute e Welfare, Walter Orlandi, medici e operatori sanitari che operano all’interno di queste realtà. “Nella giornata di oggi – fa sapere l’assessore Barberini – è cresciuto il numero di cittadini che si sono rivolti alle AFT o che hanno chiamato i propri medici di famiglia per avere maggiori informazioni su prestazioni e orari di questa nuova forma organizzativa della medicina generale, che consente di offrire un’assistenza più capillare sul territorio, nell’arco della intera giornata. In particolare, secondo i coordinatori delle AFT della Usl Umbria 1 e della Usl Umbria 2, alle ore 16 di lunedì 25 marzo, c’è stato un aumento di circa il 15-20 per cento, rispetto alla scorsa settimana. Un risultato incoraggiante, che conferma la validità della scelta che va nella direzione di una sanità sempre più vicina ai bisogni delle persone”.

Le AFT sono ambulatori integrati di medici di medicina generale, medici della guardia medica e infermieri di territorio, aperti 7 giorni su 7, che collaborano per garantire, come in ospedale, un’assistenza 24 ore su 24 per una risposta immediata in tutti quei casi in cui non sia necessario rivolgersi al pronto soccorso. Nelle AFT, oltre alle visite mediche, è possibile ricevere consigli di educazione sanitaria, prestazioni diagnostiche semplici, medicazioni, prescrizioni di farmaci/esami strumentali e certificazioni. Sono 38 le AFT in Umbria, una ogni 20/30mila abitanti e le loro sedi si trovano nelle case della salute o in altri servizi territoriali e in alcuni ospedali. In particolare, si possono trovare a San Giustino, Città di Castello, Trestina, Umbertide, Gubbio, Gualdo Tadino,   Santa Maria degli Angeli, Bastia Umbra, Perugia centro, Madonna Alta, San Marco, Ellera, Castel del Piano, Ponte San Giovanni, Ponte Felcino, Magione, Tavernelle, Città della Pieve, Castiglione del Lago, Deruta, Marsciano, Todi, Spello, Foligno, Gualdo Cattaneo, Trevi, Nocera Umbra, Spoleto, Acquasparta, Terni Nord Colleluna, Terni centro, Terni sud, Terni sud/Arrone, Narni, Amelia, Fabro, Orvieto, Norcia e Cascia.

Gli ambulatori AFT sono aperti dal lunedì al venerdì, dalle 12 alle 16 e il sabato dalle 8 alle 14. Nelle restanti fasce orarie, l’attività ambulatoriale è svolta dai medici di famiglia. Informazioni su www.uslumbria1.gov.it, www.uslumbria2.it o al NUS 800 63 63 63, numero unico della sanità regionale

Riguardo a Gianni Fanfano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Chiusi. La tematica delle dipendenze e presentazione del punto di ascolto “dillo a me”. Un convegno sabato 21 settembre

(riceviamo e pubblichiamo). Sabato 21 settembre presso la sala conferenze di San Francesco di Chiusi ...